microsoft

L’intelligenza artificiale sta diventando sempre più protagonista nel mondo tech. Di fatti, anche Windows 11 e Windows 12 punteranno forte sull’IA, voce che ha preso sempre più piede in seguito alle recenti indiscrezioni secondo le quali Microsoft vorrebbe investire in ChatGPT.

Panos Panay, Chief Product Officier dell’azienda, ha rilasciato delle importanti dichiarazioni in merito all’argomento. Il suo intervento è avvenuto nel corso della presentazione degli AMD Ryzen 7000, soffermandosi di fatto sull’intelligenza artificiale inclusa all’interno dei nuovi chip della serie Ryzen 7040.

 

 

Microsoft vuole puntare sull’intelligenza artificiale per Windows 11 e Windows 12

Nell’osservare che “l’intelligenza artificiale è la tecnologia che definisce il nostro tempo, è qualcosa che non ho mai visto prima. Sta trasformando le industrie, sta migliorando la nostra vita quotidiana in molti modi – in parte si vede, in parte non si vede – e in questo momento ci troviamo a un punto di svolta”. Inoltre, Panay ha parlato anche di come l’IA potrebbe essere integrata nella nuova generazione di Windows, oltre che con quella attuale.

L’intelligenza artificiale reinventerà il modo con cui si interagisce con Windows, letteralmente. Come questi grandi modelli generativi, pensate ai modelli di linguaggio, ai modelli di generazione del codice, ai modelli di immagine; questi modelli sono così potenti, così deliziosi, così utili, personali” afferma, e osserva anche come “richiedono anche un’elevata intensità di calcolo e quindi non siamo stati in grado di farlo prima d’ora. Non abbiamo mai visto questi intensi carichi di lavoro su questa scala prima. Ci sarà bisogno di un sistema operativo che colmi il divario tra cloud ed edge, ed è quello che stiamo facendo in Microsoft”.

Articolo precedenteVolo spaziale umano, ecco quali potrebbero essere le tragiche conseguenze
Articolo successivoSamsung: ecco il sensore fotografico che monterà Galaxy S23 Ultra
Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.