Le importazioni dei chip in Cina

Le importazioni cinesi di circuiti integrati, un altro termine per chiamare i chip, sono crollate del 15,3% in volume nel 2022 rispetto a un anno fa, una netta inversione rispetto alla forte crescita dei due anni precedenti.

La Cina ha importato 538,4 miliardi di unità nel 2022, con un calo del 15,3% rispetto al 2021, secondo i dati diffusi venerdì dall’Amministrazione generale delle dogane. In termini di valore, le importazioni cinesi di circuiti integrati sono ammontate a 415,6 miliardi di dollari, con un calo del 3,9% rispetto al 2021, a dimostrazione del fatto che la Cina sta pagando prezzi unitari più elevati per le importazioni.

Nel frattempo, i circuiti integrati rimangono il singolo articolo di importazione più grande della Cina.

Le importazioni cinesi di chip hanno iniziato a ridursi dall’inizio del 2022, i numeri di gennaio e febbraio hanno segnato il primo calo su base annua dall’inizio del 2020. A novembre il volume di chip importati è diminuito del 25,3% a 40,5 miliardi di unità.

Una situazione allarmante

Il calo arriva in un momento in cui gli Stati Uniti stanno rafforzando i controlli sulle esportazioni di chip avanzati verso la Cina. Il Bureau of Industry and Security, un’agenzia del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, lo scorso ottobre ha aggiornato una serie di controlli sulle esportazioni rivolti al settore della produzione di semiconduttori avanzati in Cina, aggiungendo nuovi requisiti di licenza per il personale e le attrezzature che supportano la produzione di chip avanzati.

Nel frattempo, anche il volume delle esportazioni cinesi di chip lo scorso anno è sceso del 12% su base annua a 273,3 miliardi. Il valore delle esportazioni, tuttavia, è leggermente aumentato dello 0,3% durante lo stesso periodo a 153,9 miliardi di dollari, lasciando il paese con un deficit commerciale di 261,7 miliardi di dollari nel commercio di trucioli.

Le esportazioni complessive della Cina sono aumentate del 7% nel 2022, mentre le importazioni sono aumentate dell’1,1%, realizzando un surplus commerciale annuale di 877,6 miliardi di dollari, secondo i dati doganali cinesi.

FONTEscmp
Articolo precedenteUna ricerca dimostra che è più probabile esser morsi da un Newyorkese che da uno squalo
Articolo successivoEnergia illimitata, il prodotto che azzera le bollette luce
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it