Gigante Irlandese, rimosso dalla mostra lo scheletro umano alto più di 2 metri

Charles Byrne, conosciuto come il “gigante irlandese” per la sua altezza di oltre 2,3 metri, è stato un “fenomeno da baraccone” durante la sua vita a causa della condizione di gigantismo. Prima della sua morte, all’età di 22 anni, Byrne esprimeva il desiderio di essere sepolto in mare. Tuttavia, prima che questo potesse accadere, il suo corpo fu acquistato dall’anatomista e chirurgo John Hunter e tre anni dopo esposto nel suo museo come parte della sua collezione.

Gigante Irlandese: dove verrà spostato lo scheletro del ragazzo?

Negli anni moderni, ci sono state molte richieste perché il suo scheletro fosse sepolto secondo i suoi desideri. Nonostante l’importanza dello studio dei resti di Byrne per la scienza, c’è stato un crescente dibattito sull’opportunità di esporre il suo scheletro al pubblico. L’Hunterian Collection ha dichiarato che lo scheletro è ancora “parte integrante della collezione”, ma riconosce “le diverse opinioni che circondano l’esposizione e la conservazione dello scheletro di Charles”. 

Nonostante la sua fama, il gigante irlandese ha cercato di condurre una vita normale e ha continuato a studiare e lavorare. Tuttavia, la sua crescita anormale gli ha causato molti problemi di salute, tra cui difficoltà a camminare e dolori articolari. Alla fine, Wadlow è deceduto a causa delle complicazioni legate alla sua malattia all’età di 22 anni. La sua morte ha causato una grande commozione e il suo funerale è stato partecipato da migliaia di persone.

Oggi, la sua altezza rimane un record mondiale e la sua storia continua ad essere un esempio di come le condizioni estreme del corpo umano possano influire sulla vita di una persona. Mentre la scienza continua a progredire, ci sono sempre nuovi modi per capire e trattare le condizioni estreme del corpo umano come il gigantismo. Tuttavia, è importante rispettare la dignità e i desideri delle persone colpite da queste condizioni, soprattutto quando si tratta della conservazione dei loro resti dopo la morte.

Articolo precedenteStufa elettrica a soli 16 euro su Amazon con sconto del 14% oggi
Articolo successivoViaggio nel tempo, per farlo bisogna tenere in considerazione alcune condizioni
Melany Alteri
La scrittura rende liberi ed io amo la libertà come la fotografia, l'arte, la natura e la pace. Scrivo poesie da quando ero bambina e in ogni cosa che faccio metto cuore ed anima. Sono una perfezionista, ballerina, attrice, make up artist, e cerco la bellezza in tutto ciò che mi circonda.