Naughty Dog

Elden Ring è stato scelto come Gioco dell’anno ai Game Awards. Sicuramente ispirerà tonnellate di sviluppatori in futuro, come ha suggerito anche Neil Druckmann, co-creatore di Uncharted e The Last of Us, rivelando come Elden Ring ispiri i prossimi giochi di Naughty Dog.

In un’intervista con Gene Park del Washington Post, Druckmann ha parlato sul suo lavoro in Naughty Dog in particolare. L’uomo, noto per aver co-creato The Last of Us, una delle serie di giochi più realistiche in circolazione, rivela a un certo punto come la narrazione indiretta di Elden Ring potrebbe influenzare i suoi prossimi giochi.

Parte della migliore narrazione di The Last of Us è nei filmati, ma gran parte è nel gameplay, nel muoversi nello spazio e nel comprendere la storia di uno spazio semplicemente guardandolo ed esaminandolo.

Un evoluzione naturale

Druckmann sottolinea che i filmati rimarranno una parte importante dei giochi di Naughty Dog e che non si limiteranno a cullare ciò che ha fatto Elden Ring. Non dovrai leggere le descrizioni degli oggetti e decifrare le divagazioni criptiche di strani NPC per ottenere informazioni sulla storia. Ma qualunque cosa Naughty Dog stia preparando in futuro potrebbe comunque prendere appunti da come Elden Ring ha raccontato la sua, specialmente con il suo mondo.

Siamo entusiasti di vedere questo periodo di ispirazione realizzarsi, qualunque cosa possa sembrare e in qualunque gioco lo vedremo. Qualcosa come l’imminente spin-off multiplayer di The Last of Us dovrebbe raccontare una storia, secondo Druckmann. Potremmo sicuramente vedere alcuni storytelling ambientali in stile FromSoftware.

Qualunque cosa sarà, è un’idea entusiasmante e non vediamo l’ora di vederla applicata ai futuri giochi di Naughty Dog.

FONTEearlygame
Articolo precedenteLa nuova Dacia Jogger Hybrid arriva in Italia, ecco l’allistimento e i prezzi
Articolo successivoCome ottimizzare la batteria dell’iPhone 14 e arrivare a fine giornata con lo smartphone ancora carico
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it