L’ente nazionale più famoso è conosciuto in tutta la nostra penisola e senza alcun dubbio Poste italiane, la famosa agenzia vestita di giallo vanta infatti un bacino di utenti a dir poco assoluto conquistato negli anni grazie ai propri servizi sempre al passo con i tempi e con costi di gestione davvero competitivi.

Tutto ciò ha reso il nome di Poste italiane uno dei più autorevoli all’interno del panorama delle aziende italiane, un contesto che però cela un lato oscuro decisamente evidente e pericoloso, spesso infatti il buon nome di Poste viene sfruttato dai truffatori per mandare avanti delle campagne fraudolente ai danni dei clienti dell’azienda, le quali prendono corpo in mail o sms di phishing pensate per indurre la vittima a consegnare con le proprie mani i propri dati sensibili.

Queste comunicazioni di phishing sono altamente diversificate tra loro però mantengono la struttura di base altamente conservata, infatti inducono la vittima a compiere azioni come effettuare accessi presso gli enti esterni oppure scaricare allegati malevoli.

 

Phishing spacciato a nome di Poste

Come potete ben leggere il nuovo sms di fishing che sta colpendo gli utenti italiani e ribadisce perfettamente questi concetti, quest’ultimo infatti avvisa l’utente di un’anomalia riscontrata sul suo conto BancoPosta da dover risolvere effettuando l’accesso presso un apposito link presente nel corpo testo il quale però rimandano a falsa area clienti di Poste italiane all’interno della quale i vostri dati non appena inseriti e verrebbero immediatamente copiati e inviati al creatore della truffa, con conseguenze a dir poco infauste per il vostro conto.

Articolo precedenteVodafone, ecco le offerte Casa per Gennaio 2023
Articolo successivoLicenziamenti nel settore della tecnologia, Amazon e Facebook stanno facendo piazza pulita
Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.