illusione-ottica-cosa-notate-per-prima-cosa-non-tutti-capiscono-subito

In questa immagine percepite un elfo o due uccelli? Quando si cerca di capire lo stato mentale di una persona, gli scienziati ricorrono spesso all’uso di tali rappresentazioni. In effetti, un inganno visivo che porta lo spettatore a percepire erroneamente un elemento mentre un altro esiste realmente è la definizione di illusione ottica.

Il fatto che ognuna di queste immagini possa essere classificata come appartenente a una di queste tre categorie distinte dimostra quanto sia intricata la questione:

  • illusioni ottiche, che non hanno nulla a che fare con la fisiologia umana, dato che sono prodotte esclusivamente da processi ottici;
  • illusioni della percezione che derivano dalla struttura dell’occhio umano;
  • illusioni cognitive che derivano da un’interpretazione cerebrale degli input visivi che può talvolta dare luogo a immagini mentali errate.

Illusione ottiche, come funzionano ?

Grazie alla continua collaborazione tra gli occhi e il cervello, si è in grado di vedere il mondo così come lo si vede. La retina degli occhi, lo strato responsabile della formazione delle immagini visive, “vede” le cose invertite e al contrario. Le informazioni visive vengono invertite dal cervello per fornire un’esperienza più coerente. Il cervello regola anche il resto del sistema neurologico. L’idea che abbia sempre il sopravvento è sbagliata. A volte gli occhi possono ingannare il cervello e fargli credere che le cose siano come sembrano quando non lo sono.

In tutto il mondo, persone di ogni età sono state ipnotizzate dalle illusioni ottiche. Platone e altri filosofi greci le definivano “scherzi” che i nostri sensi e i nostri pensieri ci fanno. Nel XIX secolo, il famoso fumettista W.E. Hill abbracciò il fenomeno delle illusioni ottiche disegnando un quadro che era entrambe le immagini allo stesso tempo.

Quale di queste due immagini pensi di aver visto per prima? Questa è la domanda posta dall’illusione ottica di oggi che fornisce un test molto difficile. Una piccolissima frazione di persone è in grado di realizzarla sul momento, e una frazione ancora più piccola è in grado di distinguere tra i due numeri.

Articolo precedenteTIM offerte per la telefonia mobile, ecco quelle di Gennaio 2023
Articolo successivoAuto pronte ad analizzare l’uomo e i suoi comportamenti durante la guida
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.