pesci cannibali

Possiamo trovare nella Siberia sud orientale un lago che ha un doppio primato. Il primo è quello di essere il lago più antico del mondo, essendo che esiste da 25 milioni di anni; il secondo è quello di essere anche il più profondo che esiste attualmente, con 1.700 metri. Questo riesce ad ospitare circa il 20% delle riserve di acqua dolce non congelate della Terra e all’interno di esso è possibile trovare dei pesci cannibali.

Anche se questo lago è spesso ricoperto da uno strato di ghiaccio per cinque mesi l’anni, il suo ecosistema è davvero molto ricco e soprattutto complesso. Si stima che circa l’80% delle piante e degli animali che abitano queste acqua non siano ricercabili in nessun’altra parte della Terra.

 

 

Pesci cannibali e non solo, ecco perché il lago è famoso

La fama di questo lago è dovuta anche agli anelli di ghiaccio che appaiono nel corso dei mesi invernali. Sono talmente grandi che possono essere visti anche dallo spazio. Inoltre, una ricerca ha anche esaminato ciò che si trova sul fondo dello specchio d’acqua, mettendo d’accordo gli scienziati sul fatto che si trovino in quella zona delle ingenti quantità di batteri, con tanto di spugne, patelle e pesci. Tempo fa si pensava di trovare anche specie molto feroci, come un drago chiamato Lusud-Khan.

Oppure, anche il pesce golomyankas, creatura senza squame con corpo traslucidi che può allungarsi fino a circa 21 centimetri di grandezza. Allo stato attuale ci sono due specie nel genere Comephorus che si trovano il lago: il C. baikalensis e C. dybowski. Questi sono pesci cannibali che non si fanno alcuno scrupolo se devono cibarsi dei propri piccoli come parte della loro alimentazione.

Articolo precedenteSky WiFi è la rete fissa più veloce d’italia secondo Ookla
Articolo successivoVeicoli spaziali più distanti di sempre, ecco cosa fanno
Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.