Audi A4 è un modello che ha fatto, e sta facendo, letteralmente la storia dell’automotive, un prodotto a cui tantissimi di noi effettivamente ambiscono, e che si ritrovano a voler acquistare a tutti i costi, anche indebitandosi più del previsto.

I fortunati che riescono tuttavia ad acquistarla, non sempre ne hanno la cura che ci saremmo aspettati, anzi apportano importanti modifiche alla vettura, rendendola a tutti gli effetti una delle più brutte che si siano mai viste. E’ questo il caso del modello comparso negli Stati Uniti, di proprietà di un uomo residente in Michigan, dotato di un’estetica che può ricordare le auto viste in pellicole cinematografiche dedicate al post-evento catastrofico.

Scoprite quali sono i nuovi codici sconto Amazon gratis e ricevete le offerte, iscrivendovi subito a questo canale Telegram.

 

Audi A4: queste modifiche sono terribili

La prima cosa che notiamo, oltre ai tantissimi loghi impressi sulla carrozzeria, sono i fanali anteriori ricoperti da una sorta di nido d’ape, che porta ad effetti di luce decisamente particolari, oltre ad un parafango anteriore composto da 3 parti che raggiungono spessori ed altezze differenti, ed a sua volta composto da 10 braccetti con colorazione a contrasto.

Ad impreziosire, per il proprietario ovviamente, i passaruota troviamo mini ammortizzatori, la cui utilità è molto dubbia, oltre ad un piccolo alettone direttamente sul cofano, poco sotto la presa d’aria.

Esteticamente è facile definirla come una delle più brutte Audi A4 di sempre, non siamo a conoscenza delle eventuali, ma possibili, modifiche meccaniche, è lecito pensare che il proprietario non si sia fermato alla sola modifica estetica, ma abbia in un certo senso voluto approfondire il tutto anche sotto il cofano.

VIAcarscoops
Articolo precedenteSeat Alhambra si trasforma in un’Audi: acquistatela ad un prezzo assurdo
Articolo successivoPassengers, nascosto un easter egg che pochi avranno notato
Denis Dosi
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.