Cosa sta succedendo a PayPal

Elon Musk ha recentemente risposto a un tweet di The Free Press, definendo PayPal un episodio della serie televisiva Black Mirror. Ma vediamo di più su ciò che sta accadendo all’interno della società.

La piattaforma PayPal ha suscitato molte critiche per le sue politiche che includono il congelamento dei fondi, l’emissione di multe e negoziazioni per sbloccare gli account dei suoi utenti.

Uno dei co-fondatori di PayPal, Peter Thiel, ha anche alzato la voce contro le attuali politiche di de-banking di PayPal e definendola di natura totalitaria. PayPal è stato creato con l’obiettivo di dare ai propri utenti il controllo sui propri soldi, ma le recenti azioni della piattaforma stanno distruggendo economicamente i suoi utenti.

Anche il suo COO fondatore, David Sacks, si è fatto avanti per alzare la voce contro le azioni della compagnia. Ha anche criticato l’attuale CEO, Dan Schulman, per tutto ciò che ha fatto.

Un comportamento strano

Le recenti azioni effettuate da PayPal includono la chiusura degli account collegati all’avvio di Freedom Phone, The Free Speech Union, The Daily Skeptic e Consortium News.

La Free Press aveva twittato su come PayPal sia cambiato dal suo obiettivo iniziale a qualcosa che decide cosa è sbagliato e cosa è giusto. Era a questo tweet che Musk aveva fatto la sua osservazione. Si rivolge a PayPal come un episodio di Black Mirror.

La serie televisiva britannica presentava una realtà distopica in cui le macchine controllavano gli uomini. È esattamente nello stesso modo in cui PayPal controlla i suoi utenti limitando la loro libertà finanziaria e limitando il loro diritto di esprimersi.

Anche David Sacks e Peter Thiel, che erano tutti nel suo team, hanno espresso le proprie opinioni su come la piattaforma sia cambiata negli ultimi anni.

FONTEthetechoutlook
Articolo precedenteCosa sono i veicoli PHEV e in quanto tempo riescono a completare un ciclo di ricarica completo
Articolo successivoIntelligenza artificiale per condurre le campagne elettorali? Molti stati già lo fanno
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it