Netflix, dal 2023 addio condivisione degli account

Netflix sta perdendo abbonati da mesi, ci sono milioni di utenti che hanno abbandonato definitivamente la piattaforma e che hanno deciso di agire prima che le cose vadano davvero male. La società ha di recente presentato un nuovo tipo di abbonamento con annunci, anche se i risultati non stanno andando come previsto, per questo la piattaforma ha dovuto rimborsare i soldi agli inserzionisti che hanno scommesso sul progetto.

Sapevamo anche che Netflix voleva vietare la condivisione dell’account. La loro idea era di addebitare un importo extra agli utenti che volevano condividere il proprio account con qualcun altro, limitando l’uso di un account a una singola casa o indirizzo.

Hanno testato alcune delle loro idee in alcuni paesi per capire come avrebbe funzionato, ma non hanno fatto molto oltre ad avvertire gli utenti che sono stati trovati a condividere un account. Sembrava che l’intero calvario stesse volgendo al termine, secondo il Wall Street Journal.

Una lotta che inizierà nel 2023

In questo momento, il numero di abbonati dell’azienda supera i 223 milioni di utenti in tutto il mondo. Il vero problema deriva dal fatto che ci sono circa 100 milioni di utenti aggiuntivi che accedono al servizio tramite account condivisi esistenti. Questo è esattamente il mercato che Netflix vuole ottenere.

Anche se per ora hanno lasciato che le cose andassero bene, sembra che la società inizierà ad adottare misure attive per costringere gli utenti con account condivisi a pagare per usufruire del servizio.

Netflix ha già iniziato a provarlo in Cile, Costa Rica e Perù all’inizio del 2022, ma come abbiamo detto prima è stato molto rilassato. Ora hanno finito di giocare: questa misura entrerà a pieno regime all’inizio del 2023.

Agli utenti che accedono a Netflix da un indirizzo IP diverso da quello registrato dall’abbonato verrà richiesto di inserire un codice di sicurezza per poter accedere al servizio. Se non possono fornirlo, non saranno in grado di guardare nulla. Inoltre verrà monitorata la  posizione per capire qual è il tuo indirizzo IP di casa, quindi le persone che non pagano un costo aggiuntivo non saranno più in grado di condividere i propri account.

FONTEen.as
Articolo precedenteVery Mobile regala gratis fino a 320GB, ecco il trucco per averli
Articolo successivoiPhone 15, grande delusione per gli utenti in merito ad un componente hardware
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it