Ricetta medicaPericolo scampato? Si è parlato tanto del possibile addio della ricetta medica elettronica, come ipotizzato da tanti essendo che la norma sarebbe dovuta scadere il 31 dicembre 2022. A quanto pare, però, per la gioia di molti, il periodo di scadenza verrà prorogato di un anno al sistema d’invio delle prescrizioni. Andiamo subito a scoprire di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

 

Ricetta media elettronica addio? Ecco cosa è stato deciso

Nel CDM, presieduto dal vicepremier Matteo Salvini e riguardante il decreto legge milleproroghe, è avvenuta l’approvazione una norma che andrà a prorogare fino alla fine del 2023 la possibilità per i medici di famiglia di inoltrare ai loro pazienti le ricette via SMS o email.

Inizialmente il sistema fu introdotto per via della pandemia da Covid-19, con lo scopo di evitare assembramenti all’interno degli studi medici. Anche se l’emergenza sanitaria è ormai un ricordo, la ricetta medica elettronica si è rivelata un’ottima alleata per moltissime persone, specialmente per coloro che seguono terapia da molto tempo e non hanno bisogno continuamente di visite di persona per ogni prescrizione.

Dunque, con la ricetta elettronica è possibile comunicare al farmacista il farmaco di cui abbiamo bisogno sotto il Numero di Ricetta Elettronica (NRE) da 15 cifre o il codice a barre allegato per ritirare i farmaci.

Questa proroga verrà accolta senza ombra di dubbio in maniera favorevole. Tuttavia, sono stati chiesti anche degli interventi strutturali per far sì che la ricetta medica possa diventare effettiva senza il bisogno di ulteriori decreti legge da parte del Ministero o del Governo.

Articolo precedenteBenzina, Diesel e GPS subiscono un aumento di prezzo prima di natale
Articolo successivoTikTok, il trucco per diventare famosi in pochi minuti
Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.