raspberry pi 5Nel nostro Paese non se ne sta parlando molto, ma in realtà il Covid è ancora presente, specialmente in Cina. Infatti, la nuova ondata che sta colpendo il Paese metterà a dura prova il lancio dei prossimi prodotti per il 2023. Alcuni di questi non verranno neanche lanciati, un po’ come accadrà al Raspberry Pi 5, come confermato anche dal CEO Eben Upton in un’intervista pubblica con Explaining Computers.

 

 

Raspberry Pi 5, slitta l’arrivo, ecco le parole del CEO dell’azienda

Il 2023 per l’amministratore delegato è senz’altro un “anno di ripresa” per la sua azienda. Pertanto, ha voluto chiarire che è altamente improbabile che Raspberry Pi 5 riesca ad essere lanciato nel corso dei prossimi dodici mesi.

Inoltre, Upton pensa che sia pericoloso lanciare un nuovo prodotto così importante in un periodo in cui l’azienda è in piena ripresa post-pandemica, poiché si potrebbe andare incontro ad un rischio reale: non soddisfare la domanda. L’AD ha anche affermato che si potrebbe addirittura rischiare la “cannibalizzazione” dei modelli esistenti; quindi, in definitiva, il tutto potrebbe ridursi in un “grosso disastro“.

Il CEO ha continuato la sua intervista dicendo anche che la compagnia che dirige dovrebbe essere capace di iniziare a pensare al Pi 5 già nella seconda metà del prossimo anno o anche nel 2024. Dunque, potrebbe vedere ufficialmente la luce nel 2025 o addirittura nel 2026.

Il Raspberry Pi 4 fu presentato ufficialmente nel 2019. Di conseguenza, un prossimo lancio programmato al 2025 o 2026 starebbe a rappresentare un lasso di tempo tra un modello e l’altro davvero rilevante.

Articolo precedenteSamsung: la gamma S23 potrebbe arrivare il 1° febbraio 2023
Articolo successivoGoogle Pixel 8 avrà una fotocamera tutta nuova
Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.