Bill GatesBill Gates, nonostante non sia proprio giovanissimo, diventerà nonno per la prima volta nel 2023. Infatti, l’annuncio è arrivato dallo stesso ex CEO del colosso Microsoft, dove ha spiegato che sua figlia Jennifer e il marito Nayel Nassar sono ora in attesa del loro primo figlio.

Anche se per Gates questa è un “incredibile notizia“, come definita da lui stesso, è comunque preoccupato del futuro in cui vivrà suo nipote. Pertanto, il filantropo ha scritto una lettera pubblica dove fa una lunga riflessione sul mondo che stiamo vivendo oggi.

 

 

Bill Gates e le prime preoccupazioni da nonno per il futuro di suo nipote

Nell’ambito di un post pubblico pubblicato sul suo blog personale, l’imprenditore statunitense spiega che “ho cominciato a guardare il mondo attraverso una nuova lente da quando mia figlia mi ha dato l’incredibile notizia che nel 2023 diventerò nonno”.

Quando penso al mondo nel quale nascerà mio nipote, sono ancora più ispirato ad aiutare i figli e nipoti di tutti ad avere la possibilità di sopravvivere e prosperare” afferma Gates, secondo cui “le decisioni dei leader politici attuali si ripercuoteranno sulle future generazioni”.

Secondo Bill Gates le grandi sfide del futuro si andranno ad articolare mediante due fasi: La sfida più grande secondo l’ex numero uno di Microsoft si articola su due fasi: portare a zero le emissioni di gas serra entro il 2050, “la cosa più difficile mai fatta dall’uomo”, e rivoluzionare l’intera economia fisica.

Sugli obiettivi a breve termine non siamo all’altezza e tra il 2021 ed il 2022 le emissioni globali di carbonio sono cresciute. Siamo però avanti nello stimolare le società ad investire nelle innovazioni a zero emissioni, ed il denaro pubblico investito nella ricerca e sviluppo sul clima è triplicato dagli accordi di Parigi del 2015” chiude.

Articolo precedenteVodafone, regalo di Natale per tutti, l’offerta migliore dell’anno
Articolo successivoOceano Pacifico, la voce dei fondali è terribilmente spaventosa
Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.