Specie marine: scoperti buffi animali nelle acque australianeIl nostro fantastico pianeta è abitato da un numero impressionante di specie, purtroppo in fase calante principalmente a causa nostra, e destinato a diminuire negli anni a venire (se non prestiamo la giusta attenzione). La sua continua evoluzione ha visto specie mutare completamente, ma ad oggi ci siamo posti una domanda: quale è l’animale ancora esistente più vecchio del pianeta?.

La risposta è una sola, il Triops Cancriformis, o comunemente chiamato gambero girino. Un essere vivente presente sulla Terra da 251,9 milioni di anni, datazione permessa grazie allo studio dei fossili, la cui estetica non si avvicina troppo al gambero che conosciamo tutti. Vivono ovviamente in acqua, e dispongono di una conformazione in stile “vanga”, che gli permette di scavare facilmente le buche nel fondale marino dove nascondersi e vivere giornalmente.

Le offerte Amazon sono oggi disponibili sul nostro canale Telegram, premete qui e scoprite i prezzi più bassi con codici sconto gratis.

 

Animali sulla Terra: scoperta la specie più anziana

In contrasto con le affermazioni sempre sostenute, nel 2010 è stata pubblicata una importante ricerca sul DNA di tali animali, che ha dimostrato un forte cambiamento nella parte interna della loro armatura, dimostrando difatti che il Triops cancriformis che possiamo osservare oggi è “nato” non più di 25 milioni di anni fa, aspetto importante che gli fa “perdere” il primato di animale più vecchio del pianeta.

La risposta definitiva non la conosciamo ancora, i biologi di tutto il mondo continuano assiduamente a studiare le mutazioni genetiche degli animali, ed al giorno d’oggi non sono ancora riusciti a trarre le più importanti conclusioni in merito. Quando, e se, succederà, vi informeremo sicuramente.

VIALivescience
Articolo precedenteE’ stato registrato un potente terremoto su Marte, gli scienziati non pensavano fosse possibile
Articolo successivoINPS: comunicazione natalizia per gli italiani, ecco cosa succede
Denis Dosi
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.