Elon Musk continua a vendere azioni di Tesla

Elon Musk, che questa settimana ha perso il primo posto nella classifica delle persone più ricche del mondo, ha venduto quasi 22 milioni di azioni di Tesla per 3,58 miliardi di dollari, come riportato in un documento mostrato mercoledì negli Stati Uniti. Le transazioni sono avvenute tra il 12 e il 14 dicembre.

Le azioni Tesla sono crollate del 55% quest’anno mentre gli investitori diventano sempre più preoccupati per l’acquisto da 44 miliardi di dollari di Twitter da parte di Musk, e si aggiungono alle preoccupazioni per l’aumento dei tassi di interesse che rendono le auto più costose per i consumatori e problemi di domanda in Cina, il più grande mercato di Tesla dopo gli Stati Uniti.

Durante il fine settimana inoltre, Musk, ha attaccato un ex dirigente di Twitter e ha twittato teorie che hanno allarmato anche i suoi fan di lunga data.

Musk ha cercato per mesi di uscire dall’accordo su Twitter ma non ci è riuscito. Per raccogliere abbastanza denaro per l’acquisto, ha scaricato più di  15 miliardi in azioni Tesla: circa 8,5 miliardi ad aprile, poi altri 6,9 miliardi ad agosto. A novembre, dopo aver giurato di aver finito di vendere, ha scaricato altri 3,95 miliardi della sua quota.

Una situazione spinosa

Musk ha utilizzato quantità significative di denaro preso in prestito che ora si trova nel bilancio di Twitter per aiutare a finanziare l’acquisizione. Il carico di debito di Twitter è salito a circa 13 miliardi, rispetto ao 1,7 miliardi prima dell’accordo, insieme ad altri tipi di obbligazioni che potrebbero essere convertite in azioni.

Twitter ora deve affrontare pagamenti di interessi annuali che si avvicinano a 1,2 miliardi, il che potrebbe diventare ancora più costoso dato che i tassi di interesse su circa la metà di quel debito non sono bloccati e aumenteranno con il mercato.

Con la vendita delle sue partecipazioni la quota nella società scende a circa il 13%, secondo i dati di Bloomberg. Musk, che è il CEO di Tesla dal 2008, è ancora il maggiore azionista. Alla chiusura di mercoledì, valeva 160,9 miliardi di dollari, classificandosi al secondo posto nel Bloomberg Billionaires Index dopo il francese Bernard Arnault. La sua fortuna è diminuita di 109,4 miliardi quest’anno.

FONTEfortune
Articolo precedenteUsare i funghi come ripari naturali contro le radiazioni nello spazio è tecnicamente possibile
Articolo successivoAuto elettriche: ecco la lista delle più vendute in Italia nel 2022
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it