Crisis Core Final Fantasy VII Reunion

Crisis Core: Final Fantasy VII Reunion è finalmente arrivato, e si posiziona da qualche parte tra un remaster e un remake del prequel che ha creato uno dei giochi più iconici della PSP. Final Fantasy XVI e Final Fantasy VII Rebirth rimangono molto lontani, ma Reunion dovrebbe in qualche modo colmare il divario.

Aiuta il fatto che vanta un sacco di aggiornamenti rispetto all’originale, con una grafica migliore, un gameplay più fluido e dialoghi completamente recitati. Questi sono i cambiamenti che rendono Reunion degno di essere giocato.

Potrebbe sembrare poco, ma prestare attenzione ai piccoli dettagli è ciò che fa la differenza tra un remaster decente e uno ottimo ed è probabilmente per questo che Square Enix ha pensato di aggiornare l’interfaccia utente di Crisis Core. Invece di utilizzare la vecchia interfaccia utente, che probabilmente sembrerebbe comunque fuori posto con la grafica aggiornata, Crisis Core: Final Fantasy VII Reunion ha rivisto completamente il suo design.

Se sembra familiare ad alcuni giocatori, è perché è molto più vicino all’interfaccia utente di Final Fantasy VII Remake. Questo remaster chiaramente non ha lo scopo di replicare per Crisis Core ciò che quel gioco sta facendo per Final Fantasy VII, ma avere quel pizzico di coesione in più.

Grafica migliorata e nuovo gameplay

Può essere difficile essere entusiasti di piccoli cambiamenti tecnici, ma ci sono alcuni aggiornamenti inclusi in questo remaster di cui è estremamente facile essere contenti. Una di queste sono le nuovissime animazioni di evocazione per quando Zack chiama Ifrit, Bahamut e Odino per aiutarlo in battaglia.

Chiunque abbia avuto la possibilità di dare un’occhiata al nuovo filmato di gioco saprà quanto siano meravigliose ed esagerate queste nuove animazioni, e da alle potenti evocazioni l’ingresso drammatico che meritano. È l’aggiornamento perfetto per chiunque ami le evocazioni di Final Fantasy.

I duri boss di Crisis Core fanno parte di ciò che lo rende distintivo, ma ciò non significa che i combattimenti siano sempre stati equi o che non possano essere cambiati in meglio. Per Crisis Core: Final Fantasy VII Reunion, invece di nerfare i devastanti super attacchi che a volte lanciavano contro il giocatore, hanno scelto in modo intelligente di potenziare il giocatore per aiutarlo ad affrontarli.

Quel buff si presenta sotto forma di un indicatore di abilità che appare ogni volta che un boss sta per effettuare il suo grande attacco. Il giocatore ha quindi l’opportunità di colpire il boss per ridurre il potere magico dell’attacco. Ancora meglio, portare l’indicatore fino a zero annulla completamente l’attacco. Il gioco uscirà su PS5, Xbox Series X e PC.

FONTEprimagames
Articolo precedenteVodafone rinnova sito e app rendendo l’esperienza utente molto più semplice e completa
Articolo successivoTesla sta consentendo ai conducenti di giocare tramite il display durante la guida
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it