auto-elettriche-come-ottenere-un-bonus-dell80-per-lacquisto-di-stazioni-di-ricarica

Affinché il settore automobilistico diventi più rispettoso dell’ambiente, l’Italia doveva fare un passo avanti in termini di disponibilità di singole stazioni di ricarica. Queste stazioni permetterebbero ai veicoli elettrici di essere ricaricati e utilizzati al massimo delle loro potenzialità. Il bonus, che consentirà di ottenere un incentivo dell’80% sull’acquisto di stazioni di ricarica per veicoli elettrici, sembra essere stato finalmente annunciato dal governo.

L’amministrazione Meloni ha annunciato lo sblocco dell’incentivo all’80% per la realizzazione di stazioni di ricarica private. Inoltre, il governo ha stanziato un budget di 40 milioni di euro per il 2022, e si prevede che tale importo cresca nel 2023. Il bonus in questione consente di ottenere un vantaggio fiscale e, in aggiunta, è possibile usufruire delle ricariche agevolate selezionando una delle tipologie di postazioni di ricarica dall’elenco accessibile sul sito del GSE.

Ecco come ottenere il bonus

Le stazioni di ricarica Arera Resolution 541 sono quelle che sono ora disponibili. Queste stazioni sono adatte al sistema di ricarica intelligente e hanno la capacità di regolare la potenza di ricarica in base alla quantità di energia attualmente disponibile.

In genere le colonnine hanno un prezzo che va da 800 a 1800, e il loro valore medio stimato è di circa 1300M€. L’agevolazione, che consentirà di ottenere la ricarica a un costo inferiore, consentirà di soddisfare la richiesta di ricevere un bonus dell’80% sull’acquisto di stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Dovrai richiedere l’agevolazione sul portale del GSE con  l’utilizzo dello SPID e utilizzare i tuoi dati per accedere al sito per acquistare le colonnine ad un prezzo inferiore. La richiesta sarà completamente automatizzata e non ti sarà richiesto in alcun modo di metterti in contatto con il tuo energy manager.

Articolo precedenteTIM, Giga Illimitati e 5G ad un prezzo davvero scioccante
Articolo successivoEnel prevede un debito di 38 miliardi entro la fine dell’anno, ma vuole puntare sulle energie pulite
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.