teletrasporto quantisticoIl teletrasporto potrebbe essere molto più vicino di quanto avreste mai lontanamente immaginato, proprio in questi giorni i ricercatori statunitensi sono stati in grado di aprire un wormhole, ovvero un ponte spazio-tempo, inviando segnali quantistici all’interno dello stesso, ottenendo in cambio un’analisi dettagliata della dinamica gravitazione.

Un grande passo in avanti nello studio della fisica quantistica, fino ad oggi non era mai stato possibile raggiungere un simile risultato, le teorie sono ancora moltissime, tra cui troviamo l’ipotesi che tutti vorremmo mettere in atto, ovvero attraversarli fisicamente. Per raggiungere l’obiettivo dell’esperimento, Maria Spiropulu Daniel Jafferis hanno fatto affidamento su un teletrasporto quantistico per l’invio di informazioni tra due particelle entangled. Il sistema ha emulato il funzionamento di un wormhole, in quanto il processo sarebbe avvenuto istantaneamente, come appunto nel caso del teletrasporto.

Scoprite e ricevete le offerte Amazon e tutti i codici sconto gratis, iscrivendovi subito al nostro canale Telegram ufficiale.

 

Teletrasporto: passi in avanti verso il futuro?

Il processore quantistico è a tutti gli effetti in grado di fornire un’esperienza simile al wormhole, offrendo ai ricercatori la possibilità di studiare in maniera approfondita gli annessi/connessi ad un mondo che da sempre affascina il popolo, e che è compatibile con la teoria della Relatività di Albert Einstein.

L’esperimento è servito anche per dimostrare di avere la capacità di mantenere il ponte spazio-tempo per un periodo temporalmente sufficiente per l’invio di dati ed informazioni, con il desiderio, un giorno, di poter “realizzare sistemi più grandi”, afferma Jafferis, “per osservare in modo più dettagliato la struttura degli stessi warmhole e verificare le dinamiche gravitazionali“.

 

VIAHWupgrade
Articolo precedenteIPTV, sta tornando la Serie A ma crescono i rischi per la tv digitale
Articolo successivoAmazon pazza, oggi batte Unieuro con offerte gratis al 70%
Denis Dosi
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.