dvb t2

L’attivazione dello standard MPEG4 del digitale terrestre ha portato con sé non pochi problemi agli utenti di varie regioni in tutta Italia. In alcune circostanze si lamenta l’impossibilità di accedere alla tv locale, in altre solo ai canali Rai. Ma quali sono i problemi di ricezione più comuni?

Innanzitutto è bene partire da una verifica fondamentale: capire se il proprio comune è coperto dal segnale digitale terrestre. Questa è una procedura molto veloce ma molto importante.

Ecco cosa puoi fare

Se improvvisamente non riesci a visualizzare tutti i canali, potrebbero esserci due problemi:

  • Problemi con la direzione dell’antenna: una raffica di vento potrebbe aver spostato l’antenna, quindi deve essere reindirizzata. In questo caso vi consigliamo di trovare una guida che spiega come orientare un’antenna per il digitale terrestre nel modo corretto.
  • Problemi con i cavi: non è da escludere che un cortocircuito interno possa aver danneggiato il cavo che parte dall’antenna e arriva al decoder, tuttavia: fai una prova per scoprire se è questo il problema;
  • Problemi elettrici all’antenna: se hai seguito i punti 1 e 2 e comunque non hai “risposta” dal decoder, allora potrebbe essere un problema elettrico. In tal caso è necessario acquistare una nuova antenna per il digitale terrestre.

Se li hai provati tutti ma non riesci ancora a ottenere un segnale accettabile, potresti prrovare ad acquistare un modem aggiuntivo che ti consenta di capire se è la tua TV che non funziona correttamente. Molte delle televisioni “vecchie” non riescono a captare i nuovi segnali, per questo sarà necessario acquistare una TV nuova o un modem che consenta la visione del nuovo standard.

FONTEnewsylist
Articolo precedenteCaffè: ecco spiegato perché berlo potrebbe farci starnutire
Articolo successivoWindTRE è incredibile: offerta top con la GO Unlimited a 7 euro con giga illimitati
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it