Oggi siamo al cospetto della Suzuki S-Cross Hybrid variante Star View con quattro ruote motrici.

A partire dal design, siamo rimasti stupiti: solitamente Suzuki come gli altri brand asiatici ha linee più particolari diverse dalle altre, ma in questo caso è molto più simile a tante altre auto di produttori europei. Il design di quest’auto è infatti studiato in Italia, più precisamente al centro Stile di Torino. Dal punto di vista dei materiali esterni il look di quest’auto sembra anche Premium. E’ comoda, pratica, spaziosa, proprio come mostrano le spaziature interne.

 

Suzuki S-Cross: motore a basso consumo e tanti optional

L’auto, ibrida, mostra un motore mild-hybrid molto silenzioso 1.5 Dual-Jat K15C da 5 cilindri. Il motore elettrico è da 24.6Kw, supportato da una batteria da 140V. Riesce a raggiungere un massimo di 80 km/h e 4-5Km di autonomia. Il motore endotermico ha 102 CV, ma con il motore elettrico si arriva a 116 CV. Questa S-Cross ci è sembrata inoltre la più ottimizzata per i consumi, con circa 22km/l di media. Le prestazioni sono davvero ottime con un’ottima spinta. Può arrivare anche a 800-900 Km di autonomia.

In questa versione c’è un po’ tutto di serie: ecco i sensori di parcheggio posteriori ed anteriori, anche se forse fanno un po’ troppo rumore, forse poco sensibili. Ci sono i cerchi in lega bi-color da 17 pollici e una retrocamera Bird-Eye a 360 gradi, la quale è un po’ meno qualitativa rispetto ad altri competitors, anche se c’è da dire che i veicoli che supportano questa funzione di soluto costano circa il doppio. C’è poi anche il tettuccio apribile, che si apre a macchina accesa e con un pulsante apposito da premere una sola volta. La chiave, che non sempre funziona alla perfezione nell’apertura, è in grado di consentire l’apertura della porta con un tasto sulla maniglia, ma solo dal lato del guidatore.

Connettività e comodità

La vera novità però è la possibilità di avere l’app Suzuki Connect che funziona davvero bene. Ci sono tante funzioni: da remoto è possibile vedere tutte le info panoramiche del veicolo, aprire l’auto, chiuderla o magari accendere i fari. Ci sono anche le notifiche che ci rendono partecipi sui vari movimenti effettuati.

All’interno la Suzuki S-Cross è davvero elegante ed attuale. C’è Android Auto, così come Apple CarPlay, nell’infotainment che è completo con tutte le informazioni che servono, anche se sembra un po’ poco elaborato. L’auto è davvero pratica e maneggevole in città, con le varie modalità di guida che sono davvero utili in base alle esigenze.

L’auto è provvista infatti di varie modalità, come Neve e Sport, così come ECO. Non ci è piaciuto il freno a mano meccanico, quindi non automatico elettronico. Il cambio è a 6 rapporti AGS: funziona benissimo e le marce sono ben misurate. Presente anche il cambio al volante, il cruise control, riconoscimento della carreggiata, anti-sbandamento e il riconoscimento vocale che non ci è sembrato proprio al top. Tra gli altri sistemi di sicurezza ecco anche il “resta sveglio” che permette di ricevere segnali acustici, ma c’è anche l’anti-collisione con la frenata automatica e l’aiuto in salita. In questa versione Star View ci sono anche i sedili riscaldabili. Non è prevista la chiusura automatica degli specchietti alla chiusura.

L’auto, una mild-hybrid, è inusuale rispetto alle concorrenti con il motore che in alcuni casi entra totalmente in modalità elettrica. La ricarica della batteria arriva tramite la frenata rigenerativa. Proprio così sarà possibile arrivare a registrare consumi davvero interessanti.

La qualità dei materiali interni è in plastica e non troppo ben elaborata, ma il comfort c’è. Il posto al lato guida infatti risulta molto spazioso e agevole, così come dal lato passeggero. I sedili non sono regolabili elettricamente. Sul posteriore ecco altrettanta ampiezza con molto spazio per le gambe e per la testa, anche se non sono presenti prese USB e bocchette dell’aria.

Nel bagagliaio, molto ampio, ci sono anche due spazi laterali per ubicare gli oggetti. Mostra molto spazio dunque per la famiglia nella quotidianità.

Conclusioni

La Suzuki S-Cross ci ha sorpreso e ci è piaciuta. Parte da 32.890 euro nella versione con due ruote motrici mentre viceversa parte da 35.590 euro per la versione con quattro ruote motrici, anche se possono esserci degli sconti con l’usato. Può fare al caso di tantissime famiglie. Ci sono alcuni compromessi ma secondo noi rappresenta un vero best-buy con un grande rapporto qualità-prezzo.

Suzuki S-Cross Hybrid

32.890€
8.6

Design e materiali

8.0/10

Prestazioni

8.0/10

Autonomia

10.0/10

Comfort

9.0/10

Prezzo

8.0/10

Pro

  • Camera 360 Bird-Eye
  • Tetto apribile
  • Bassi consumi
  • Ottime prestazioni

Contro

  • Materiali interni non eccezionali
  • Luci interne gialle
Articolo precedenteOppo Pad 2 con Dimensity 9000 è attesissimo, debutto a breve
Articolo successivoAndroid 13 Beta 3, segnalato un problema di ricezione da risolvere presto