Energia gratis e bolletta meno cara: arriva il razionamento con contatore smart

L’Europa sta vivendo un momento fortemente buio, proprio a causa dell’energia. No, non si tratta di un blackout qualsiasi, ma di problematiche legate al costo dell’energia stessa, la quale non è mai arrivata a presentare un conto così salato a coloro che aspettano a casa la bolletta.

L’Europa dunque sta cercando di prepararsi nel migliore dei modi all’inverno che verrà, il quale presenterà conti salatissimi sia per quanto riguarda l’elettricità che per quanto riguarda il gas.

Si sta pensando infatti di introdurre dei contatori intelligenti che vadano a ridurre di circa il 5% il consumo di elettricità all’interno di quegli orari definiti di picco. Si tratta di un disegno che la commissione europea porterà proprio questa settimana a Strasburgo, esattamente domani 14 settembre. In realtà l’Unione Europea, secondo le ultime indiscrezioni, avrebbe già deciso di razionare la luce in maniera obbligatoria, mentre il razionamento resterebbe di tipo volontario per l’utilizzo del gas. 

 

Razionamento dell’energia: i nuovi contatori e il piano che serve per risparmiare vista la mancanza

È fortemente necessario ridurre il consumo elettrico, soprattutto per l’Italia. A spiegarlo sono alcune fonti autorevoli che parlano chiaramente: oltre il 40% che viene attribuito alla produzione elettrica nazionale arriva con l’utilizzo del metano, motivazione che dunque porta al pagamento delle bollette dell’elettricità più care in assoluto.

L’inverno sarà quindi molto più rigido visto il caro energia che avanza rapidamente, proprio per tale motivo ci sarà bisogno di un razionamento. L’Unione Europea avrebbe quindi scelto di ridurre la potenza di ogni singolo contatore di ogni casa privata dalle 8 alle 19 di sera, orari compresi nella fascia F1.