Cybersecurity

Gli attacchi informatici sono in aumento in tutto il Paese. I ransomware sono una preoccupazione crescente, e le strutture sanitarie e i sistemi scolastici sono diventati i bersagli per i criminali informatici.

I gruppi criminali non sono interessati a creare scompiglio, come potrebbe fare un gruppo terroristico, il loro scopo principale è quello di estorcere soldi“.

L’esperto di sicurezza informatica Marc Sachs del McCrary Institute afferma che invece di inseguire grandi aziende e banche, i criminali vedono i distretti scolastici con risorse limitate per la sicurezza informatica come facili prede.

Le scuole sono infrastrutture che per funzionare hanno bisogno di molti finanziamenti e fondi, e probabilmente sono disposte a pagare milioni di euro di riscatto per sbloccare le loro macchine.

Le scuole sono quelle più colpite

Nel novembre 2020, molte scuole sono state colpite da un attacco ransomware. Questo virus è un software dannoso che nega l’accesso a dispositivi o file del computer fino a quando non viene pagato un riscatto.

La maggior parte delle scuole purtroppo ha ancora siti internet costruiti con tecnologie ormai antiquate, e solo proprio quelle falle che vengono sfruttate dagli hacker.

Prevenire questi attacchi può essere semplice come essere consapevoli di ciò che si riceve nelle e-mail, assicurandosi di non fare clic su collegamenti che potrebbero essere sospetti.

Le scuole non sono le uniche strutture ad essere colpite da attacchi ransomware. Solo quest’anno, ci sono stati più di 20 attacchi programmati. Ci sono stati sette attacchi nel solo mese di agosto secondo Recorded Future, una società di sicurezza informatica che tiene traccia degli incidenti in tutto il mondo.

FONTEwvlt
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it