tiktok-cessera-controversa-pubblicita-personalizzata-europa

Gli ultimi mesi una delle tematiche più discusse, sfortunatamente spesso in modo negativo, riguarda l’aborto, il quale, come ben saprete, è stato al centro di un accesissimo dibattito negli Stati Uniti, in seguito alla decisione della Corte Suprema di cancellare la sentenza Roe v. Wade, la quale considerava l’aborto come un diritto costituzionale.

Partendo da questo avvenimento, sui social le discussioni si sono sprecate, sino alla volontà delle giovani americane di trovare una via alternativa per abortire, senza incorrere in un vero e proprio reato. Su TikTok si è molto parlato dell’aborto fai-da-te, in poche settimane è andato virale un video in cui spiega come interrompere la gravidanza con un mix di erbe.

Per risparmiare al massimo con i vostri acquisti su Amazon, ricevendo codici sconto gratis e le migliori offerte, iscrivetevi subito a questo canale Telegram.

 

Aborto fai da te: attenzione su TikTok

Più precisamente il filmato parla di ingerire ingenti quantitativi di artemisia, prezzemolo, mentuccia radice di angelica, un mix che per i più inesperti potrebbe apparire innocuo, ma che al contrario potrebbe causare reazioni molto gravi nei soggetti.

Il buon esito dell’operazione non è prima di tutto supportato da alcuna teoria scientifica, ciò sta a significare che non è certo si possa effettivamente ottenere il risultato desiderato. Allo stesso tempo gli effetti collaterali possono essere gravi, la mentuccia, ad esempio, è sempre stata utilizzata come repellente per gli insetti.

Lo stesso National Institues of Health, sottolinea come possa essere altamente tossica se ingerita, causando svenimenti, convulsioni, arresto cardiaco, coma e convulsioni. Il consiglio è chiarissimo, non seguite assolutamente metodi alternativi che trovate su TikTok o sui social network.

Articolo precedenteConad, Carrefour e Tuodì: supermercati in difficoltà, ecco perché
Articolo successivoAmazon shock: solo oggi offerte Prime all’80%, annientata Unieuro
Denis Dosi
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.