Postepay: gravissima truffa a luglio, Postepay svuotate e vacanze saltate

La Postepay è ancora una volta al centro delle polemiche. Anche in questo mese di agosto, gli hacker non si fermano e continuano a proporre ai clienti di Poste Italiane ed ai possessori della carta ricaricabile pericolosi tentativi di phishing. Lo scopo dei malintenzionati è quello di entrare in possesso dei risparmi degli utenti.

 

Postepay, i finti messaggi degli accrediti per rubare soldi

Le principali truffe legate alla Postepay sono ancora una volta caratterizzate dalla promessa di finti accrediti sulla carta. Questa una classica tipologia di messaggi: “Movimento in entrata sul tuo conto Postepay. Clicca qui per i dettagli”. 

Coloro che condividono queste informazioni spingono gli utenti a cliccare su degli appositi link in allegato. Un solo click da parte del pubblico su uno di questi link potrebbe esporre ad una serie di rilevanti pericoli.

Gli hacker, infatti, utilizzano questi link per accedere ai dati riservati del pubblico. In alcune circostanze, infatti, proprio per mezzo di queste truffe i malintenzionati potrebbero anche mettere le loro mani sulle credenziali home banking degli utenti di Poste Italiane.

Il possesso delle credenziali home banking potrebbe spingere gli hacker a rubare gran parte dei risparmi presenti sulla Postepay delle vittime. Già tante persone in passato hanno segnalato questi casi critici con fondi persi nel giro di pochi minuti.

Il compito degli utenti, in questa circostanza, resta quindi fondamentale. Gli utenti, in caso di eventuali anomalie, devono comunicare in maniera rapida con il servizio assistenza legato alle truffe online messo a disposizione da Poste Italiane.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.