disney+Disney ha annunciato che presto sulla sua piattaforma streaming aggiungerà più pubblicità, aumentando i prezzi di alcuni abbonamenti tra i piani disponibili.

Il nuovo abbonamento costerà quanto il piano base di Disney Plus esistente privo di pubblicità, mentre quello senza annunci costerà di più. L’azienda afferma che l’aumento dei prezzi aiuterà a “fornire una maggiore scelta ai consumatori in una varietà di fasce di prezzo per soddisfare le diverse esigenze degli spettatori e attrarre un pubblico ancora più ampio”.

Gli annunci non verranno eseguiti sui profili con parental control attivo e in generale “quantità e frequenza degli annunci saranno dosati per non rovinare l’esperienza utente”, secondo quanto dichiarato dai dirigenti. Il lancio del nuovo piano d’abbonamento non è inaspettato – era già stato accennato all’inizio dell’anno corrente. Ciò che incide e fa la differenza è Netflix, che è a sua volta in procinto di lanciare una versione senza e con pubblicità della propria piattaforma.

Disney+: aumento dei prezzi e nuovo piano d’abbonamento in arrivo con annunci pubblicitari

Netflix ha perso un milione di abbonati nell’ultimo trimestre, Disney+ ha guadagnato 14,4 milioni di utenti. Infatti, ha 221,1 milioni di abbonati, rispetto ai 220,7 milioni di Netflix. Quest’ultima ha dovuto aggiungere un abbonamento supportato dalla pubblicità poiché gli abbonati e le entrate diminuiscono costantemente da qualche mese. “La stragrande maggioranza di ciò che la gente guarda su Netflix” può essere inclusa nel piano supportato dalla pubblicità. Il co-amministratore delegato dell’azienda Ted Sarandos ha affermato: “ci sono alcune cose che non lo fanno”.

Detto questo, Disney+ sta ancora perdendo parte dei suoi guadagni. Ha registrato una perdita di 1,1 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre. La stessa Disney sta, tuttavia, ancora ricavando ottimi profitti, con 1,41 miliardi di dollari incassati negli ultimi mesi. “Non si può più negare che la scelta competitiva dell’azienda stia causando un faccia a faccia con Netflix mentre Disney+ cavalca l’onda”, dichiara Mike Proulx, vicepresidente della società di ricerca Forrester. “Questo ci dice che i consumatori sono ancora più attenti ai prezzi in questo momento. Devono fare scelte difficili su dove investire i propri soldi in base al servizio che ottengono in cambio. È fondamentale che Disney+ tenga il passo con una lista di contenuti avvincente per giustificare non solo le sue continue spese, ma anche un forte aumento dei prezzi che ci sarà a dicembre”.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando la passione per la tecnologia.