apple-facebook-intendevano-creare-attivita-secondo-nuovo-report

Secondo una nuova affermazione sul WallStreetJournal, Apple e Facebook hanno esplorato la possibilità di una collaborazione tra il 2016 e il 2018. Secondo gli esperti, l’idea è venuta da Apple, che voleva una parte dei guadagni di Facebook. Secondo uno di quegli addetti ai lavori, Apple vuole “creare attività insieme” con Facebook.

Una soluzione esplorata è stata una versione personalizzata senza pubblicità di Facebook disponibile tramite l’App Store per gli utenti iOS. Poiché si tratterebbe di un servizio in abbonamento, Facebook riceverà denaro mentre Apple riceverà la sua divisione standard del 15%-30%. Quando si ha a che fare con due società incentrate sul denaro come Apple e Facebook, tuttavia, si parla di chi può mantenere ogni dollaro in più.

Apple e Facebook hanno chiuso i negoziati nel 2020

Secondo il Journal, entrambe le società hanno discusso se Apple dovesse ricevere un taglio dai cosiddetti post potenziati. L’autore di un post può farlo vedere a più utenti pagando Facebook (ora Meta). Facebook ha affermato che Apple non aveva diritto alle entrate generate dai post potenziati. Poiché molte piccole imprese utilizzano lo strumento per raggiungere più potenziali clienti e Apple non riceve denaro pubblicitario dagli sviluppatori, Facebook ha affermato che queste entrate erano incontrollabili.

Apple, d’altra parte, ha ritenuto che l’aumento delle entrate post sia denaro in-app di cui dovrebbe essere in grado di trattenere il 30%. Con lo stallo dei colloqui, alla fine è stato concordato che entrambe le parti avrebbero dovuto porre fine ai negoziati. Facebook stava lavorando su modifiche per migliorare la privacy sul sito al termine delle trattative. Tuttavia, il co-fondatore e CEO Mark Zuckerberg ha scelto all’epoca di rinviare i miglioramenti a favore della privacy degli utenti al fine di mantenere l’attività pubblicitaria di Facebook senza intoppi.

L’amicizia tra Apple e Facebook è andata in frantumi quando il produttore di iPhone ha introdotto la sua funzione App Tracking Transparency (ATT) nel 2020. Ciò consentirebbe agli utenti di iPhone e iPad di evitare di essere tracciati da applicazioni e siti Web per ricevere annunci personalizzati per le cose che hanno ricercato online. Mark Zuckerberg era così infuriato che ha pagato annunci a pagina intera da pubblicare sui principali giornali metropolitani dichiarando che Facebook si opponeva ad Apple per conto delle piccole imprese.

Solo il 37% degli utenti di iPhone e iPad ha deciso di continuare a essere seguito, riducendo la quantità di potenziali utenti iOS e iPadOS che vedrebbero una pubblicità su misura, secondo Insider Intelligence. Nell’aprile 2021, la funzionalità ATT è stata resa disponibile agli utenti di iPhone e iPad in iOS 14.5 e iPadOS 14.5. Secondo un sondaggio della società di gestione dei dati Lotame, Facebook, Twitter, Snap e YouTube hanno perso collettivamente 17,8 miliardi di dollari di vendite quest’anno a causa dell’ATT di Apple.

Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.