Audi, Porsche e Bentley ritardo di 3 anni

Audi, Porsche e Bentley potrebbero dover rivalutare i loro piani per i veicoli elettrici a causa dei problemi che si stanno verificando presso il braccio di sviluppo software del Gruppo Volkswagen, Cariad.

Automobilewoche cita fonti anonime all’interno delle società che affermano che la nuova ammiraglia elettrica di Audi, in fase di sviluppo nell’ambito del progetto Artemis, potrebbe essere lanciata con tre anni in ritardo.

Il primo veicolo basato sulla nuova piattaforma elettrica era inizialmente previsto per il lancio già nel 2024. Alimentato da una seconda generazione di software, doveva essere in grado di accedere alla tecnologia di guida autonoma di livello 4. A causa di problemi con Cariad, tuttavia, non sarà in grado di essere lanciato prima del 2026 ed è probabile che esca effettivamente nel 2027.

La casa automobilistica tedesca sta ora puntando a concentrarsi su un modello meno ambizioso che potrebbe arrivare nel 2025 senza la tecnologia di guida autonoma che avrebbe dovuto respingere la concorrenza di Tesla, BMW e Mercedes. Per fare ciò, utilizzerà una versione del software di generazione  intermedia.

Problemi anche per Volkswagen

I problemi riguardano anche Porsche e Bentley. Fonti affermano che il piano della casa automobilistica britannica di vendere veicoli elettrici solo a partire dal 2030 è ora in dubbio a causa dei ritardi del software.

Porsche, nel frattempo, ha già iniziato la produzione in pre-serie della sua prossima Macan EV presso lo stabilimento di Lipsia, ma potrebbe anche dover fare il pivot. “L’hardware è fantastico“, ha detto una fonte Porsche, “ma il software è ancora mancante“.

A maggio, il consiglio di sorveglianza del gruppo Volkswagen avrebbe chiesto a Cariad un piano rielaborato. All’inizio dell’anno, ha annunciato una partnership con Bosch per lo sviluppo del software per i sistemi avanzati di assistenza alla guida, qualcosa che è stato visto da alcuni come un’ammissione dei problemi che sta affrontando.

La Volkswagen non è estranea ai problemi software. Secondo quanto riferito, l’ID.3 era afflitto da “massicciproblemi software, così come l’ultima generazione della Golf. I problemi sono stati molto gravi per l’azienda, che ha affermato che si concentrerà prima sul software per “ridurre i tempi di sviluppo del 25 percento“.

FONTEcarscoops
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it