La Terra sta rallentando

Gli orologi atomici, combinati con precise misurazioni astronomiche, hanno rivelato che la lunghezza di un giorno si è allungata improvvisamente, ma gli scienziati non sanno il perché.

Ciò ha un impatto critico non solo sul nostro tempo, ma anche su cose come il GPS e altre tecnologie che governano la nostra vita moderna.

Negli ultimi decenni, la rotazione della Terra attorno al suo asse, che determina la durata di un giorno, è accellerata. Questa tendenza ha accorciato le nostre giornate; infatti, nel giugno 2022 abbiamo stabilito un record per il giorno più corto dell’ultimo mezzo secolo circa.

Ma nonostante questo record, dal 2020 quella costante accelerazione è curiosamente rallentata: i giorni si stanno allungando di nuovo e il motivo è finora un mistero.

Mentre gli orologi nei nostri telefoni indicano che ci sono esattamente 24 ore in un giorno, il tempo effettivo impiegato dalla Terra per completare una singola rotazione varia leggermente. Questi cambiamenti si verificano dopo milioni di anni, anche i terremoti e gli eventi temporaleschi possono svolgere un ruolo importante in questa fase.

Il pianeta è in continua evoluzione

Nel corso di milioni di anni, la rotazione terrestre è rallentata a causa degli effetti di attrito associati alle maree guidate dalla Luna. Questo processo aggiunge circa 2,3 millisecondi alla durata di ogni giorno ogni secolo. Alcuni miliardi di anni fa un giorno terrestre durava solo 19 ore.

Negli ultimi 20.000 anni, un altro processo ha funzionato nella direzione opposta, accelerando la rotazione terrestre. Quando l’ultima era glaciale terminò, lo scioglimento delle calotte polari ridusse la pressione superficiale e il mantello terrestre iniziò a muoversi costantemente verso i poli.

Proprio come una ballerina gira più velocemente mentre avvicina le braccia al proprio corpo, l’asse attorno al quale ruotano, così la velocità di rotazione del nostro pianeta aumenta quando questa massa si avvicina all’asse terrestre. E questo processo si riduce ogni giorno di circa 0,6 millisecondi ogni secolo.

Nel corso di decenni, entra in gioco anche la connessione tra l’interno e la superficie della Terra. I terremoti maggiori possono modificare la durata del giorno, anche se normalmente di piccole quantità. Ad esempio, si ritiene che il grande terremoto di Tōhoku del 2011 in Giappone, di magnitudo 8,9, abbia accelerato la rotazione terrestre di 1,8 microsecondi.

Oltre a questi cambiamenti su larga scala, in periodi più brevi il tempo e il clima hanno anche importanti impatti sulla rotazione terrestre, causando variazioni in entrambe le direzioni.

I cicli di marea quindicinale e mensili spostano la massa intorno al pianeta, causando cambiamenti ne fino a un millisecondo in entrambe le direzioni. Il movimento della nostra atmosfera ha un effetto particolarmente forte e anche le correnti oceaniche svolgono un ruolo importante. Il manto nevoso stagionale e le precipitazioni, o l’estrazione delle acque sotterranee, alterano ulteriormente le cose.

FONTEphys.org
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it