vivo X80 Pro attualmente integra il più ampio lettore di impronte ad ultrasuoni

Introdurre tecnologie che realmente possano migliorare l’esperienza utente è uno degli obiettivi più sfidanti che i brand di smartphone si prefiggono nella progettazione di un nuovo device. È proprio all’interno di questo contesto che si inserisce vivo X80 Pro, l’ultimo smartphone presentato da vivo, quinto brand produttore di smartphone al mondo.

Con X80 Pro vivo ha lavorato infatti molto sull’accessibilità, rendendo l’esperienza da smartphone sempre più innovativa e sicura.

La tecnologia ad ultrasuoni alla base del lettore di impronte digitali

L’introduzione di un ampio lettore di impronte digitali 3D con tecnologia ad ultrasuoni che utilizza onde ultrasoniche invece di quelle luminose permette di rendere lo sblocco più sicuro e soprattutto più rapido. La sicurezza è, infatti, garantita proprio dal fatto che il lettore scansiona i pori del dito registrando un’immagine 3D molto più accurata rispetto alla tecnologia ottica che scansiona in 2D. Inoltre, con uno spessore di soli 0,2 mm, il sensore ultrasottile può essere integrato anche ai display edge-to-edge full glass e utilizzato con display OLED flessibili.

 

Una grande area di lettura di impronte digitali per uno sblocco flessibile  

Collocato subito sotto il display e basato sulla tecnologia ad ultrasuoni, il nuovo sensore 3D Ultrasonic Large Fingerprint ha una superficie di 20x30mm2, ed è il sensore più grande integrato fino ad ora in uno smartphone. L’area di lettura è 11,1 volte più ampia rispetto ai sensori ottici di impronte digitali in-display comunemente utilizzati: questo è un vantaggio che migliora notevolmente l’esperienza utente complessiva.

Anche il momento di registrazione della singola impronta digitale è estremamente rapido: l’ampia area del lettore raccoglie quasi istantaneamente le informazioni biometriche necessarie per sbloccare lo smartphone, permettendo agli utenti di impostare lo sblocco tramite impronte digitali toccando il display semplicemente una volta. Grazie all’ampia area di lettura, il sensore in-display 3D Ultrasonic Large Fingerprint supporta anche la lettura di due impronte digitali contemporaneamente, questo può essere utilizzato per quelle app che necessitano di una maggiore sicurezza come quelle bancarie o i social media o le app di messaggistica.

Uno sblocco dello smartphone davvero veloce

Al contrario dei comuni lettori di impronte digitali in-display che richiedono circa 15/20 secondi per registrate l’impronta, il sensore 3D Ultrasonic Large Fingerprint di X80 Pro registra le impronte digitali con un solo tocco. Una volta configurata l’impronta digitale, il nuovo sensore ad ultrasuoni permette di sbloccare lo smartphone in soli 0,2 secondi.

Accesso rapido alle app preferite

L’ampia area di sblocco di X80 Pro permette all’utente di impostare l’accesso rapido con un solo tocco alle applicazioni preferite. In questo modo si può sbloccare e accedere a una specifica app in pochissimo tempo, semplicemente toccando una determinata area del sensore.

 

Sicurezza che va oltre la profondità dello schermo

Il sensore a ultrasuoni vivo soddisfa i più elevati standard di sicurezza, bloccando l’accesso al dispositivo qualora venissero riconosciute foto o calchi di impronte digitali. La velocità di sblocco di X80 Pro è garantita anche in condizione estreme come alte temperature o acqua e in presenza di fattori contaminanti.