Prelievi addio: lo stop ufficiale e la nuova regola contro i contanti

Stiamo parlando della nazione ancora legata più di tutti a quelli che sono i contanti. Ovviamente si tratta dell’Italia, paese nel quale purtroppo le persone sono ancora troppo dedite ad andare al bancomat per i prelievi in denaro. Proprio per questo motivo si starebbe pensando al futuro, il quale potrebbe portare effetti positivi ben presto. Allo stesso tempo però tutto sarebbe cambiato dallo scorso 30 giugno, visto che gli esercenti avranno l’obbligo di esporre il POS. 

I pagamenti elettronici saranno quindi facilitati e le persone potranno evitare di recarsi sistematicamente allo sportello del bancomat. Per tutti coloro che non esporranno il dispositivo per i pagamenti elettronici, ci sarà una multa pari a 30 € più il 4% del valore della transazione che dovrebbero sostenere. Si tratta quindi di un modo che avvicinerà l’Italia molto probabilmente all’addio ai contanti, il quale era previsto per il 2030.

 

Pagamenti elettronici e addio bancomat: ora non ci sarà più bisogno dei contanti nei negozi

Queste le parole da parte di Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori: “Dal 30 giugno vigileremo per la corretta applicazione dell’obbligo di accettare i pagamenti elettronici tramite Pos, siamo pronti a segnalare i trasgressori“.

Consigliamo ai consumatori di raccogliere le prove del rifiuto fotografando cartelli esposti o filmando il rifiuto alla cassa. A quel punto potremo fare una segnalazione circostanziata (con orario e indirizzo esatto del punto vendita) alla Guardia di Finanza o anche soltanto alla polizia locale. E poi, davanti al commerciante scorretto, suggeriamo anche di scrivere una bella recensione per far capire a tutti che ormai il Pos è davvero obbligatorio“.