teslaSecondo quanto riferito, il produttore di veicoli elettrici Tesla ha licenziato quasi 200 dipendenti di recente, chiudendo il suo ufficio a San Mateo in California. L’azienda intende licenziare almeno il 10% dei suoi lavoratori nei prossimi mesi.

La maggior parte dei dipendenti licenziati lavoravano con una paga oraria e molti di loro erano specialisti nell’annotazione dei dati. Il presidente dell’azienda, Elon Musk, aveva detto all’inizio di questo mese di avere una “brutta sensazione” sulla sua società. In un messaggio ai dirigenti, intitolato “Sospendere tutte le assunzioni in tutto il mondo”, aveva già annunciato che circa il 10% dei posti di lavoro presso il produttore di auto elettriche dovrà fare i conti con ulteriori licenziamenti.

Il multimiliardario ha fatto eco alle voci di altri CEO del settore tecnologico nell’ultimo mese, che avvertono il rischio di recessione. Musk aveva anche affermato che le fabbriche dell’azienda a Berlino e Austin stavano perdendo miliardi di dollari a causa dei problemi di fornitura in Cina. “Sia le fabbriche di Berlino che quelle di Austin sono gigantesche fornaci di denaro in questo momento. È davvero come un gigantesco suono ruggente, è il suono dei soldi in fiamme”.

Musk continua senza alcun scrupolo: altri 200 dipendenti Tesla licenziati definitivamente

Secondo quanto riferito, circa 300 dipendenti lavoravano presso l’ufficio di San Mateo. Dopo il recente licenziamento, la squadra ha solo 81 lavoratori. Hanno lavorato con un salario basso, questo sicuramente rende il licenziamento quasi una benedizione per i dipendenti, che si spera trovino un lavoro retribuito meglio. Più di 500 dei dipendenti sono stati licenziati anche in Nevada, una mossa che i lavoratori ritengono violi anche la legge.

Musk ritiene le persone “non dovrebbero leggere troppo in una causa preventiva che non ha fondamento”. Electrek ha riferito la scorsa settimana che la società ha licenziato sia il presidente della sua comunità LGBT+ che un leader coinvolto nei programmi di diversità e inclusività, tra i numerosi commenti fatti dal capo dell’azienda su quello che descrive come il virus della mente sveglia”. Secondo quanto riferito, la società ha anche lasciato andare un ingegnere il mese scorso che aveva lavorato con Tesla per quattro anni ed era stato promosso tre volte.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.