Si inseguono i rumors sul pieghevole di fascia media in cantiere da Samsung, che non verrà inserito nella linea Z ma più verosimilmente in quella A con nomenclatura Fold.

Galaxy A Fold: Come sappiamo fino ad ora e come potrebbe essere? 

Il punto sul quale ruota la questione è certamente il prezzo. La nuova tecnologia foldable è ancora costosa da produrre, nonostante molto apprezzata.

In Corea del Sud lo smartphone più venduto al momento è il Galaxy Z Flip 3.

Nonostante questo in Italia hanno tardato a conquistare il cuore degli appassionati, pur venendo proposti a prezzi davvero interessanti. In diverse occasioni Z Flip 2/3 hanno sfiorato i 399 e i 499 euro, grazie a promozione messe in campo da Samsung e Mediaworld.

Il successo ottenuto in Corea protrebbe aver spinto Samsung a ragionare su un modello medio gamma più economico, che possa fare breccia nel mercato anche tra i giovani e tra chi non desidera sborsare 1800 euro per un Z Fold 3.

Il foldable medio gamma non sarà inserito nella linea Z che rimarrà riservata ai telefoni premium. L’ipotesi più gettonata è che si allarghi la famiglia A aggiungendo uno o due smartphone pieghevoli.

Al momento non è chiaro se questo avrà un form factor ripreso dal Flip o da Fold o se per assurdo ne saranno prodotti due modelli per soddisfare le preferenze di mercato.

La notizia positiva riguarda il prezzo che al lancio non dovrebbe superare le 800 euro, per andarsi poi ad assestare a un livello più basso.

Verosimilmente nei prossimi 2-3 anni è atteso anche un calo dei prezzi dei pieghevoli premium. Conquistando nel tempo una più ampia fetta di mercato sarà possibile spalmare su una più larga fetta di utenti i costi sostenuti fin’ora, ovvero sviluppo e ricerca, un’ottimizzazione della linea produttiva, con un conseguente possibile calo del costo finale nei negozi.

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.