In rete continuano a parlare del nuovo Google Pixel 7 Pro e nelle scorse ore abbiamo scoperto un dettaglio abbastanza importante sul dispositivo in questione.

In particolare, è stato analizzato un prototipo dello smartphone e ciò ha permesso di scoprire alcuni interessanti dettagli relativi alle sue componenti hardware, confermando varie indiscrezioni emerse in precedenza. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Google Pixel 7 Pro avrà prestazioni hardware migliori dei precedenti

Negli ultimi mesi sono stati diversi i prototipi di Google Pixel 7 e Pixel 7 Pro usciti in qualche modo al di fuori della sfera protettiva del colosso di Mountain View, che è comunque riuscito a recuperarne buona parte e a bloccare da remoto la restante parte, in modo da rendere questi device inutilizzabili e impedire che la scheda tecnica completa di entrambi i telefoni venisse scoperta prima del lancio ufficiale.

Uno dei possessori di un prototipo di Google Pixel 7 Pro pare sia comunque riuscito a recuperare qualche dettaglio sul device, che sarà animato dalla seconda generazione di processore Google Tensor (GS201), che dovrebbe continuare ad usare un design “4+2+2”. Ed ancora, il prossimo smartphone di Google dovrebbe avere un chip Cirrus Logic CS40L26 per le funzionalità legate al touch. Mentre pare che la connettività UWB verrà gestita da un componente diverso rispetto a quanto avvenuto per i modelli dello scorso anno.

Anche per il display (un Samsung S6E3HC4) il colosso di Mountain View avrebbe deciso di puntare su una generazione più nuova rispetto a quella adottata nella serie lanciata nel 2021. E a proposito di schermo, a dire di Mishaal Rahman Google Pixel 7 Pro sarà in grado di garantire una luminosità massima superiore rispetto a quella di Google Pixel 6 Pro. Non ci resta che attendere maggiori informazioni.

Avatar
Sono Veronica, ho 25 anni e vivo sul Lago di Como, più precisamente a Mandello del Lario, conosciuto soprattutto per la Moto Guzzi. Amo scrivere e condividere con voi tutte le novità del giorno.