whatsapp-consente-nascondere-informazioni-determinate-persone

WhatsApp oramai è il centro preferito dagli hacker per la presentazione di truffe e tentativi di raggiro. Nelle precedenti settimane gli utenti della piattaforma di messaggistica istantanea hanno letto numerose fake news legate al Green Pass e all’emergenza Covid. In questo 2022 e nell’ultimo periodo primaverile, lo scenario di WhatsApp presenta alcune differenze.

 

WhatsApp, le fake news sui coupon per la benzina

Con l’esplosione della crisi dei prezzi e con il caro vita, gli hacker stanno concentrando gran parte delle loro truffe su argomento critico per gli italiani: i costi mai così alti per i carburanti. Per attirare l’attenzione del pubblico, gli hacker propongono agli utenti la possibilità di riscattare buoni benzina, ovviamente fasulli.

Il valore di questi possibili buoni benzina è di 100 euro. Stando all’interpretazione di coloro che promuovono la diffusione di tale comunicazioni, i coupon sarebbe inoltre riscattabili in gran parte delle stazioni di servizio sul territorio.

Ovviamente questi messaggi nascondono delle vere e proprie truffe per i clienti. Le vittime sono infatti invitate a cliccare su un link in allegato a questi messaggi, link che rimanda ad un apposito form da compilare in tutte le sue parti.

Il form su WhatsApp è strategico per gli hacker, al fine di accedere ai dati personali delle potenziali vittime. Anche a causa di queste dinamiche nelle ultime settimane gli episodi legati a furti d’identità e creazione di profili fasulli sono cresciuti in maniera esponenziale. Per tutelare la loro sicurezza, in caso di messaggi simili gli utenti sono chiamati a segnalare il tutto ai tecnici della chat attraverso il servizio assistenza.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.