iPhone-15-primi-rumors-tra-doppio-foro-FaceID

Fino ad ora sono emerse numerose indiscrezioni riguardanti i prossimi smartphone del colosso Apple, ovvero i nuovi iPhone 14. Tuttavia, sembra che non sia finita qui, dato che sono addirittura emersi i primi rumors sui prossimi iPhone 15. In particolare, sembra che Apple sia praticamente pronta a dire definitivamente addio al notch superiore in favore di un doppio foro, e sembra che ci saranno novità anche per quanto riguarda il FaceID.

 

 

Emergono nuove indiscrezioni sui prossimi iPhone 15: doppio foro confermato

Sui prossimi iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max vedremo arrivare ufficialmente il doppio foro, che andrà quindi a sostituire il notch superiore utilizzato da diversi anni da Apple. I modelli iPhone 14 e iPhone 14 Pro, invece, continueranno ancora ad utilizzare il notch.

Per quanto riguarda i prossimi iPhone 15, invece, le cose potrebbero cambiare definitivamente. Secondo un nuovo report di Omdia, infatti, il colosso americano ha intenzione di utilizzare il doppio foro su tutti i modelli di questa serie, comprese anche le versioni base.

Ma la vera novità di rilievo dovrebbe arrivare con i successivi iPhone 16. Sempre stando al report, su questi ultimi sarà presente un singolo foro per la fotocamera anteriore. Il FaceID, infatti, sembra che sarà integrato all’interno del display. Questo renderebbe ancora più moderno il design dei nuovi iPhone. Tuttavia, per gli iPhone 16 dovremmo attendere almeno il 2024.

Il report emerso in rete ha poi rivelato le misure esatte dei display che troveremo a bordo dei nuovi iPhone 14:

  • iPhone 14 display OLED LTPS da 6.06 pollici in 2532 x 1172 pixel
  • iPhone 14 Pro display OLED LTPO da 6.12 pollici in 2564 x 1183 pixel
  • iPhone 14 Plus OLED LTPS da 6.68 pollici in 2778 x 1284 pixel
  • iPhone 14 Pro Max OLED LTPO da 6.69 pollici in 2802 x 1294 pixel
Anna Lisa Ferilli
Grande appassionata di smartphone e tecnologia, attualmente sono editor presso www.tecnoandroid.it. Sono inoltre iscritta presso Università del Salento per conseguire la laurea magistrale in Lingue moderne, letterature e traduzione.