Energia via mare: così sarebbe senza limiti, il trucco che salva il mondo

Ci sarebbero diverse idee che potrebbero condurre l’uomo a generare energia senza limiti per il futuro. Ovviamente la questione che vedrebbe la produzione di energia illimitata e totalmente bocciata visto che non è assolutamente possibile.

Se state leggendo l’articolo con la speranza di aver trovato la soluzione migliore per non pagare più le bollette, vi state sbagliando di grosso. Più che altro è la scienza insieme all’inventiva di una nuova azienda giapponese che potrebbe apporre un nuovo rimedio alla mancanza di energia. New Energy and Industrial Technology Development Organization (NEDO), questo è il nome dell’azienda in questione, avrebbe pensato ad una turbina enorme che potrebbe prendere il suo posto sotto le acque dell’oceano, sfruttandone le correnti. Il peso è di 350 tonnellate, mentre il nome Kairyu proviene proprio dalle correnti oceaniche

 

Energia grazie al mare: una turbina potrebbe produrre tantissima semplicemente come fanno le pale eoliche

Una coppia di cilindri enorme, lunga praticamente 20 m: sarebbe questa, della stessa grandezza della fusoliera, a completare una struttura gigantesca che andrebbe ad accoppiarsi in maniera diretta con quella che è la turbina lunga ben 11 m.

Tutto questo potrebbe poi consentire la generazione di nuova energia, sfruttando quelle che sono le correnti oceaniche. Verrebbe prodotto un quantitativo pari a 205 gigawatt. Si tratta quindi di un modo molto semplice: posare sotto il livello del mare delle turbine che resistendo alle correnti oceaniche genererebbero energia. Al momento sembra quindi essere questa l’idea dell’azienda giapponese, ma ovviamente metterla in pratica costerà davvero tanti soldi nel futuro prossimo.