Lo scopo dello studio Nasa è fare luce sugli avvistamenti aerei non identificati, non per forza correlati al fenomeno UFO

Nasa: Nuovo Team per la ricerca UFO

L’astrofisico David Spergel guiderà il nuovo team messo in piedi dalla Nasa, per lo studio del fenomeno UFO.

Non troppo tempo fa era stato stilato un attesissimo e importante rapporto sui fenomeni aerei non identificati, richiesto dal congresso degli Stati Uniti d’America.

È stata valutata ogni ipotesi, da armamenti nemici di nuova generazione a fenomeni meteorologici, finanche a veicoli extraterrestri.

Essenzialmente la conclusione degli esperti sentenziava che nulla era escluso, ma con i dati a disposizione era impossibile affermare con certezza l’origine di questi fenomeni.

Ora sembra che quel rapporto non basti più, infatti la Nasa ha finanziato una nuova ricerca della durata di nove mesi per provare ad acquisire nuove informazioni.

Il team avrà accesso a documenti riservati, come ai tanti pubblici recentemente desecretati dal governo USA.

Per avere nuove informazioni dovremmo quindi attendere nove mesi, nella speranza con tutte le difficoltà del caso, che il nuovo gruppo di studiosi giunga a una qualche conclusione o per lo meno ad ipotesi più concrete, rispetto al vecchio rapporto.

Vista l’enorme distanza tra le galassie nel cosmo, l’ipotesi extraterrestre viene considerata come remota.

Se si presuppone che questi velivoli siano di origine terrestre, magari russa, dei quali si hanno numerosi video girati in particolare dalla marina statunitense, occorre considerare che molto probabilmente gli 007 americani ne sarebbero già a conoscenza.

Le carettistiche principali che fanno scalpore negli ambiti militari sono le incredibili velocità che questi oggetti possono raggiungere (80/90 Mila KM-H), come anche l’incredibile capacità di mavovra, che gli consente di compiere virate secche a 90 gradi senza rallentare o immergersi nell’oceano a tutta velocità.

Per le tecnologie terrestri conosciute simili manovre sarebbero suicidi intenzionali. Nessun pilota potrebbe sopportare una tale forza G e nessun veicolo potrebbe passare dal cielo a sotto l’oceano a 3/4 Mila chilometri orari come nulla fosse.

Resta comunque da chiedersi, vista la vastità dell’Universo, come può il genere umano pretendere di essere la sola razza intelligente?

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.