DAZN e Sky anche questa volta salve: scoperti 500mila utenti IPTV, tutti multati

Con la fine della stagione calcistica non si ferma il fenomeno dello streaming IPTV. Anche in estate, molti italiani continueranno a fare uso del cosiddetto pezzotto per accedere a contenuti esclusivi, legati soprattutto a film e serie tv.

 

IPTV, altissimi i rischi per la visione gratis del calcio

La tecnologia dello streaming illegale rappresenta per i cittadini un’occasione di vero risparmio rispetto ai regolari costi di Sky, DAZN e Amazon Prime Video. Con il pezzotto, infatti, è possibile tagliare i costi della tv a pagamento sino al 90%.

I rischi però sono molteplici. Gli utenti che si avvalgono di questa tecnologia possono incorrere in sanzioni amministrative davvero severe, il cui valore massimo si attesta in alcune circostanze sui 30mila euro. Possibile per i cittadini anche la reclusione sino a tre anni per i casi di recidiva.

Ulteriore attenzione gli italiani devono prestare a quelle che sono le possibili truffe dell’IPTV. Sulla rete, ed in particolare modo su Telegram e su WhatsApp, gli utenti sono esposti a conversazioni di malintenzionati che propongono lo streaming illegale a prezzi sempre più competitivi. Dopo aver pagato, però, molti utenti restano a bocca asciutta senza alcun servizio in cambio.

Il pezzotto e il sistema IPTV dello lo streaming irregolare spesso sono legati anche ai canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.