tiktok-introdurra-funzionalita-utentiCiò che contraddistingue TikTok è il cosiddetto scrolling, lo scorrimento senza fine della home, un loop infinito che spesso porta a perdere la cognizione del tempo. TikTok sta lanciando una nuova opzione a livello mondiale il cui obiettivo è limitare proprio la sua funzione per eccellenza.

“Nelle prossime settimane, introdurremo uno strumento per consentire alle persone di controllare quanto tempo trascorrono su TikTok in una singola volta, consentendo regolari interruzioni del tempo trascorso sullo schermo”, spiega la società. “Questi prompt ricorderanno alle persone di fare una pausa dopo un certo periodo di tempo che possono impostare a loro piacimento”. L’obiettivo è evitare che la piattaforma crei dipendenza.

TikTok: l’app celebre per lo scrolling senza fine presto introdurrà una funzione che ne modificherà i tempi d’utilizzo

Una nuova icona sullo schermo informerà gli utenti del tempo trascorso scorrendo tra un video e all’altro. Sarà possibile vedere quanto tempo in media si trascorre su TikTok in un giorno, quante volte si apre l’app e in media quante ore la si utilizza durante il giorno e durante la notte. “Introdurremo anche suggerimenti settimanali per il benessere digitale soprattutto dei più giovani. Quando qualcuno di età compresa tra i 13 e i 17 anni utilizza l’app per più di 100 minuti in un solo giorno, ricorderemo loro il nostro strumento per limitare i tempi d’utilizzo”.

TikTok ha già implementato soluzioni simili per aiutare le persone a decidere meglio quanto tempo vogliono trascorrere sull’app. Per gli utenti di età compresa tra i 13 e i 15 anni, le notifiche push dopo le 21 sono automaticamente disabilitate; per quelli tra i 16 e i 17 anni dopo le 22:00. Sia gli iPhone che i telefoni con sistema operativo Android dispongono a loro volta di un sistema di monitoraggio del tempo trascorso sullo schermo. Tuttavia, un’opzione visibile all’apertura dell’app potrebbe risultare più efficace.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.