WhatsApp: essere invisibili col trucco che non aggiorna l'ultimo accesso gratis

WhatsApp da molti mesi è la piattaforma in cui si concentra la maggior parte delle fake news provenienti dal web. Se nelle prime fasi dell’anno tutte le conversazioni subdole per gli utenti riguardano il Green Pass e l’emergenza Covid, nelle ultime settimane lo scenario si è in parte ribaltato.

 

WhatsApp, le fake news sui coupon per la benzina

La stagione del caro vita è entrata a pieno anche su WhatsApp. Con il nuovo aumento dei prezzi per i carburanti, sulla piattaforma di messaggistica istantanea si leggono numerosi messaggi legati a finti buoni benzina. 

I finti buoni benzina che si trovano su WhatsApp hanno un valore complessivo pari a 100 euro. In base a quanto si legge questi buoni benzina sono utilizzabili in tutte le stazioni di servizio sul suolo nazionale. Inutile dire che questi messaggi nascondono delle vere e proprie truffe per i clienti.

Gli utenti di WhatsApp, infatti, sono invitati a cliccare su un form in allegato ai messaggi da compilare. Questi form a loro volta rappresentano dei veri allarmi per la sicurezza.

L’obiettivo degli hacker è proprio quello di indirizzare i lettori sul form in allegato per ottenere accesso ai dati personali delle potenziali vittime. Non c’è da sorprendersi se nelle ultime settimane sono aumentati in maniera esponenziale gli episodi di furti d’identità e di creazioni per profili fasulli. In caso di messaggi particolarmente sospetti su WhatsApp, gli utenti devono eliminare ogni contenuto e provvedere entro pochi minuti a segnalare il tutto ai tecnici della chat attraverso il servizio assistenza.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.