polestar 3

La gamma Polestar continuerà a crescere: sta per arrivare Polestar 3. Si tratta di un SUV con tetto apribile tipo coupé dalle caratteristiche sportive. La sua prima apparizione internazionale avverrà ad ottobre, quando inizieranno le prenotazioni negli Stati Uniti e in Cina, i primi mercati in cui sarà disponibile.

Il produttore del Gruppo Geely non ci dice molto in merito, se non che sarà il suo primo SUV e che al lancio sarà disponibile una versione con doppio motore (uno elettrico) e 600 km di autonomia. Nel caso della berlina Polestar 2, la versione con doppio motore dichiarava 455-482 km di autonomia. Potrebbero esserci miglioramenti alle batterie da 78 kWh, ma dovremo aspettare per scoprirlo.

Per quanto riguarda la potenza, se deciderà di condividere il motore con la berlina, parliamo di 408-476 CV,  come la Polestar 2 BST edizione 270 recentemente presentata. In tal caso, potrebbe essere ragionevole pensare che ci possa mettere solo 5 secondi per arrivare da 0 a 100 km/h.

È un modello ideale per il mercato americano, motivo per cui sarà prodotto localmente, per una maggiore precisione a Charleston, nella Carolina del Sud, in uno stabilimento Volvo.

Polestar continua a crescere

Sia la Polestar 1 che la Polestar 2 sono prodotte in Cina. Thomas Ingenlath, Brand Manager, ha dichiarato: “Questa è una pietra miliare importante per la nostra azienda, vogliamo proseguire verso una traiettoria di crescita che ci condurrà in una nuova fase. “

Entro la fine del 2023, Polestar vuole essere presente in 30 mercati globali e continuare a crescere. Nel 2021 ha chiuso con 29.000 unità vendute, con un volume 10 volte maggiore entro la fine del 2025. Modelli come Polestar 3 contribuiranno in modo significativo al paradiso dei SUV. Entro il 2025 ci sarà una prima Polestar ogni anno, che riempirà diversi segmenti di mercato premium a un livello superiore a Volvo in termini di posizionamento.

Sappiamo anche che funzionalità aggiuntive verranno aggiunte in seguito. Polestar afferma che questo modello avrà “guida autonoma” con “l’avanzato sensore LiDAR di Lunar e una CPU NVIDIA”. E seppur non sia menzionato, si intuisce che ci saranno versioni con motore o con minore capacità della batteria.

FONTElatestcarnews.net
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it