Intesa Sanpaolo e Cariparma: le banche truffate, scomparsi migliaia di euro in un’ora

Ancora una volta gli utenti delle principali banche in Italia devono prestare molta attenzione ai tentativi di truffa in rete. Gli hacker sono ancora impegnati nei loro tentativi di phishing a danno dei correntisti. Una criticità è emersa in particolar modo per gli utenti di Intesa Sanpaolo.

 

Intesa Sanpaolo, gli hacker colpiscono ancora con queste truffe

Tanti clienti che hanno un conto presso Intesa Sanpaolo hanno ricevuto in queste settimane mail ed SMS fasulli. Queste mail nascondono una promessa di finti accrediti sui conti correnti dal valore anche superiore ai 1000 euro. Gli utenti, per la ricezione degli accrediti, vengono spinti a cliccare su una serie di link in allegato.

Proprio i link sono un pericolo da evitare in ogni modo. Gli utenti che seguono queste comunicazioni, infatti, mettono a serio rischio le loro informazioni riservate. Agli hacker basta un solo click sui link per rubare dati personali e per procedere con furti d’identità o creazione di profili fasulli.

I correntisti corrono una serie di rischi anche in base ai loro profili tariffari per le ricaricabili. Molti clienti che hanno una SIM attiva con TIM, Vodafone e WindTre si sono ritrovati con servizi a pagamento attivati in automatico sul proprio profilo. La spesa per questi servizi potrebbe essere sino a 10 euro al mese.

La massima attenzione da parte dei clienti di Intesa Sanpaolo deve essere quella per i risparmi. Con la condivisione dei dati home banking, il rischio di perdere i soldi dal proprio conto corrente sarebbe più che elevato per i clienti.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.