panasonic tesla

Durante l’evento “Battery Day” nel 2020, Tesla ha presentato dei nuovi modelli di batterie definite con la sigla 4680. Queste celle più grandi consentirebbero al produttore di veicoli elettrici di confezionare più energia in un veicolo della stessa dimensione a un costo inferiore, abbassando così il prezzo e aumentando anche l’autonomia e l’efficienza.

Ma quasi due anni dopo, non ci sono ci sono ancora veicoli con questa tecnologia rilasciati sulla strada. Tesla sta ora lavorando per aumentare la produzione nella sua fabbrica in Texas, ma non sta ancora vendendo auto al pubblico da questa fabbrica. Nel frattempo, come condiviso da Reuters, Panasonic sta inviando i primi campioni per l’anteprima di Tesla.

La mossa in anticipo di Tesla

Nel frattempo, Tesla sta cercando di produrre le proprie celle e si affiderà contemporaneamente ai partner per soddisfare la domanda. Il rapporto di Tesla con Panasonic è definito dalla società di “vecchia data”.

Una linea pilota, creata per la prima volta in Giappone, ha permesso di avviare la produzione di prototipi su larga scala a maggio“, ha affermato Kazuo Tadanobu, CEO del settore energetico di Panasonic.

Panasonic spera di avviare la produzione su vasta scala il prossimo anno in Giappone prima di portare le linee in Nord America. Panasonic ha confermato di aver inviato i suoi primi 4680 campioni a Tesla per l’anteprima mentre si prepara a spedire un grosso quantitativo di batterie per il mercato nordamericano.

Vedremo quindi in futuro come  sarà gestita questa situazione da Tesla, e se si affiderà ancora a Panasonic per la produzione delle batterie.

FONTEwww.msn.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it