Intesa Sanpaolo: chiusi conti improvvisamente e soldi persi, ecco in che modo

I tentativi di truffa in rete sono ancora all’ordine del giorno per i correntisti italiani. Nel corso di queste ultime settimane sono aumentati in maniera esponenziale i tentativi di phishing da parte degli hacker. Una gran parte delle truffe ha avuto come protagonisti i clienti di Intesa Sanpaolo.

 

Intesa Sanpaolo, gli hacker colpiscono ancora con queste truffe

Molti abbonati di Intesa Sanpaolo proprio in queste ultime settimane hanno ricevuto una serie di mail ed SMS fasulli. Con la scusa di accrediti dal valore anche superiore ai 1000 euro, i clienti vengono indirizzati su una serie di link in allegato a queste comunicazioni.

I link rappresentano un vero e proprio pericolo per i correntisti di Intesa Sanpaolo. Gli utenti, infatti, con un solo click rischiano di condividere in maniera automatica la gran parte delle loro informazioni riservate. Non è un caso se nelle ultime settimane i clienti di Intesa Sanpaolo hanno segnato numerosi casi di furti d’identità e di creazioni di profili fake con generalità fasulle.

I correntisti corrono una serie di rischi anche in base ai loro profili tariffari per le ricaricabili. Molti clienti che hanno una SIM attiva con TIM, Vodafone e WindTre si sono ritrovati con servizi a pagamento attivati in automatico sul proprio profilo. La spesa per questi servizi potrebbe essere sino a 10 euro al mese.

Un rischio da non sottovalutare poi è quello per i propri risparmi. In caso di condivisione dei dati personali per l’home banking, il pericolo di perdere soldi e risparmi a causa di queste truffe sarebbe più che reale.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.