Salmonella Ferrero

Una delle aziende italiane più importanti in assoluto è Ferrero, nota specialmente per operare nel settore dolciario dal 1946. In quest’ultimo mese, ha fatto molto parlare di sé per via del ritiro di molti prodotti dal mercato. I ritiri sono avvenuti a causa una possibile contaminazione di salmonella all’interno di alcuni prodotti a loro marchio.

I ritiri hanno riguardato ben 3.000 tonnellate di dolci della Kinder Ferrero, subito dopo aver identificato dei casi di salmonellosi dovuti al consumo dei loro prodotti in Europa. L’azienda ha avuto delle perdite molto importanti, soprattutto dal punto di vista economico.

Nicolas Neykov, direttore generale Francia di Ferrero, in un’intervista ha dichiarato che la contaminazione è dovuta in un filtro che è posto all’interno di un serbatoio di burro nello stabilimento di Arlon, in Belgio. Tuttavia, i ritiri sono avvenuti anche in altri Paesi oltre alla Francia, come Irlanda, Gran Bretagna e Italia.

 

 

Salmonella nei prodotti Kinder Ferrero: i sintomi più diffusi della malattia

I genitori dei bambini che hanno contratto la salmonella non sono per niente contenti di questa situazione. Pertanto, Neykov ha promesso loro un risarcimento danni in denaro. Sono purtroppo tanti i bambini che sono stati in ospedale a causa della salmonellosi. Le richieste di risarcimento danni, infatti, superano le 100mila.

Le infezioni sono state contratte principalmente da bambini al di sotto dei 10 anni di età, i quali hanno contratto quasi tutti i seguenti sintomi: vomito, febbre e diarrea. Nonostante il problema si risolva grossomodo in 4 o 5 giorni, c’è stata la presenza di casi più gravi dove è stato necessario il ricovero.

Per quanto è stato detto fino a questo momento, è consigliato prestare la massima attenzione quando si acquistano e si consumano prodotto a marchio Kinder, poiché non sarebbe impossibile contrarre problematiche di salute.

Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.