Uno dei fenomeni truffaldini più presenti all’interno del mondo del web è senza alcun dubbio il phishing, la pratica truffaldina è infatti onnipresente e colpisce a cadenza regolare sotto varie forme ma puntando sempre e comunque allo stesso risultato, ottenere dati sensibili con l’inganno oppure iniettare codici malevoli in grado di infettare il PC della vittima e assumerne il controllo.

Generalmente questi attacchi prendono corpo in mail o SMS truffaldini scritti a nome di enti autorevoli per riuscire a conquistare facilmente la fiducia della vittima per portarla facilmente a far trapelare info sensibili oppure compiere azioni sbagliate, la mail in questione di cui parliamo oggi prende in prestito il nome dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale italiano, ovviamente parliamo di INPS, elemento che lascia intendere come la fascia target sia quella avanti con l’età e probabilmente più vulnerabile.

 

Una mail spacciata come comunicazione

La mail che sta colpendo numerosi utenti italiani in questo caso si spaccia come una comunicazione ufficiale che avvisa l’utente di una richiesta presso INPS non andata a buon fine a causa della mancanza della documentazione.

Per visionare la documentazione completa da allegare poi, si invita l’utente a scaricare un file .zip che però al suo interno non contiene l’elenco completo della documentazione, bensì un malware che, una volta avviato, assumerà il controllo del vostro PC iniziando a copiare tutti i dati contenuti ed anche i vari codici di accesso alle vostre piattaforme.

Il consiglio nel caso doveste incappare in questa mail è quello di cestinarla immediatamente senza nessun dubbio.

Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.