drone russia kamikaze

La Russia sta utilizzando una flotta di droni kamikaze per eliminare obiettivi terroristici in Siria. Di recente, il canale di notizie russo Russia 1 ha mostrato un video del drone d’attacco russo Lancet-3 che distrugge un veicolo nella regione di Idlib dove opera il gruppo terroristico Hayat Tahrir al-Sham.

Il filmato mostra come il drone kamikaze rintracci i comandanti militanti in un camioncino. Un’altra clip mostra come l’UAV russo abbia distrutto una punta di mitragliatrice islamista.

Il drone Lancet-3 è sviluppato da ZALA AERO, società con sede a Izhevsk, che fa parte del gruppo Kalashnikov. Il peso massimo al decollo del drone è di 12 chilogrammi e trasporta una testata di tre chilogrammi. Il drone viene lanciato da una catapulta e non prevede l’atterraggio in quanto è progettato per autodistruggersi quando colpisce bersagli nemici. E’ anche in grado di schiantarsi contro i droni nemici.

Il gruppo di opposizione sunnita in Siria Hayat Tahrir al-Sham (precedentemente noto come Jabhat al-Nusra) intende rovesciare il presidente siriano Bashar al-Assad e il suo partito Baath. L’esercito russo sta intervenendo nella guerra civile siriana per conto di Assad.

Ecco per cosa sono stati usati

Secondo i media russi, le forze speciali russe hanno utilizzato diverse dozzine di droni Lancet-3 per colpire terroristi internazionali in Siria. L’azienda ha una versione più piccola del drone Lancet-1 con un peso intorno i 5 Kg e una testata da 1 Kg.

ZALA AERO ha creato molti prodotti innovativi. L’azienda ha realizzato un drone che unisce le qualità di un aeroplano e di un quadricottero, in grado di decollare e atterrare in verticale. L’azienda ha anche sviluppato il primo UAV con un sistema di propulsione ibrido composto da un motore a combustione interna e un motore elettrico.

Da un lato, ciò consente all’UAV di essere in volo fino a 16 ore: il motore a combustione interna ricarica le batterie, dall’altro, il drone può muoversi quasi silenziosamente grazie al funzionamento del motore elettrico. I veicoli aerei senza pilota da osservazione e ricognizione ZALA 421-16Е2 della compagnia sono già schierati dalle forze armate russe.

Questi micro o droni portatili funzionano silenziosamente dando un vantaggio di combattimento alle truppe russe. Si dice che l’UAV sia superiore all’RQ-11 Raven statunitense.

FONTEfrontierindia.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it