ucraina europa

La Commissione europea ha proposto mercoledì 9 miliardi di euro in più (9,5 miliardi di dollari) in prestiti dell’UE all’Ucraina nel 2022 per mantenere il paese in funzione e per istituire una struttura “RebuildUkraine” di sovvenzioni e prestiti, sul modello del fondo di recupero dell’UE.

Il denaro verrebbe preso in prestito dalla Commissione sul mercato contro le garanzie dei governi dell’UE nell’ambito del suo programma di assistenza macrofinanziaria per mantenere l’Ucraina in funzione fino alla fine di giugno mentre lotta per combattere l’invasione della Russia.

Il Fondo monetario internazionale stima che l’Ucraina abbia bisogno di circa 5 miliardi di dollari al mese per le operazioni di base e l’UE si aspetta che gli Stati Uniti e altri paesi del G7, Gran Bretagna, Giappone e Canada, intervengano. Il G7 ne discuterà in una riunione a Bonn giovedì e venerdì.

“L’UE continuerà a fornire sostegno finanziario a breve termine all’Ucraina per soddisfare le sue esigenze e mantenere attivi i servizi di base“, ha affermato il capo della Commissione Ursula von der Leyen.

“Siamo pronti ad assumere un ruolo guida negli sforzi di ricostruzione internazionale per aiutare a ricostruire un’Ucraina democratica e prospera. Ciò significa che gli investimenti andranno di pari passo con le riforme che sosterranno l’Ucraina nel perseguire il suo percorso europeo“, ha affermato.

L’UE ha già fornito 4,1 miliardi di euro all’Ucraina da quando la Russia ha invaso il 24 febbraio, compresi gli aiuti militari.

Una ricostruzione voluta da tutti

La ricostruzione dell’Ucraina dopo la guerra sarà una sfida molto più grande, che alcuni economisti stimano tra 1 e 2 trilioni di euro, anche se nessuna stima può essere affidabile mentre la guerra è in corso.

La Commissione propone di istituire lo strumento “RebuildUkraine” come strumento principale per l’UE, attraverso un mix di sovvenzioni e prestiti e integrato nel bilancio dell’UE.

“Lo strumento stesso avrebbe una struttura di governance che garantisca la piena proprietà dell’Ucraina“, ha affermato la Commissione.

Il dispositivo dell’UE per la ripresa e la resilienza fa parte di un programma di 800 miliardi di sovvenzioni e prestiti per aiutare i paesi dell’UE a ricostruire economie più verdi e più adatte all’era digitale. La principale novità dello schema è che il denaro viene preso in prestito e rimborsato congiuntamente da tutti i 27 paesi dell’UE.

FONTEwww.euronews.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it