whatsapp-emergono-nuovi-dettagli-abbonamento-opzionale

WhatsApp non era originariamente completamente gratuito: gli utenti iOS dovevano pagare un prezzo una tantum di 1 euro per scaricare l’app, che è stata sostituita nel 2013 da un modello più universale, simile a un abbonamento in cui ai nuovi utenti veniva addebitato lo stesso importo dopo un anno di utilizzo gratuito. Tuttavia, il servizio di messaggistica è diventato freeware nel 2016, abbandonando ogni mezzo di pagamento.

Da allora è rimasto così, ma i suggerimenti nell’app il mese scorso hanno suggerito che WhatsApp stava lavorando su un abbonamento opzionale per i clienti Business con alcune funzionalità aggiuntive. Mentre uno di questi è noto per essere il supporto multi-dispositivo migliorato, oggi è emersa un’altra funzionalità premium.

WhatsApp, non ci sono ancora conferme ufficiali

WABetaInfo ha scoperto che WhatsApp mira a dare l’opportunità di creare un collegamento su misura per i propri account mettendo insieme le versioni beta di Android, iOS e desktop. I potenziali consumatori potrebbero avviare una discussione con l’account Business toccando o accedendo in altro modo al collegamento. Gli URL sarebbero nel modello wa.me/business-name>.

Questo non vuol dire che le aziende non possano già creare collegamenti che vanno al loro WhatsApp, ma l’utilizzo del dominio wa.me comunicherebbe agli utenti che possono almeno fidarsi della piattaforma su cui è ospitata l’azienda. Gli account manager avranno la possibilità di modificare il nome personalizzato ogni 90 giorni.

La nuova funzionalità in abbonamento dovrebbe chiamarsi “WhatsApp Premium”, ma non lo sapremo con certezza fino a quando non sarà ufficializzato. La funzionalità premium sarà disponibile solo per gli account WhatsApp Business e sarà facoltativa. Nulla indica che WhatsApp Business nel suo insieme sarà protetto dai paywall nel prossimo futuro, quindi i proprietari dei negozi potrebbero sfruttare questa opzione senza costi.

Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.