google-pensa-utenti-chromebook-questa-nuova-funzione-giochigoogle-pensa-utenti-chromebook-questa-nuova-funzione-giochiGli utenti in possesso di un qualsiasi Chromebook potrebbero riscontrare dei problemi con le impostazioni dei rispettivi dispositivi, soprattutto durante la configurazione iniziale. In particolare, c’è un passaggio nel processo di configurazione in cui gli utenti devono accettare i termini di servizio del Google Play Store per utilizzare le applicazioni disponibili. Chi ha acquistato un Chromebook di recente potrebbe avere difficoltà nel visualizzare i termini del Play Store. Di conseguenza sarà impossibile accettarli e scaricare le app desiderate.

Nella maggior parte dei casi, premendo il pulsante “Riprova” si genera semplicemente lo stesso messaggio di errore che è tipico di casi come questo. Alcuni utenti hanno pubblicato soluzioni casuali che sembravano funzionare. Ad esempio con Phone Hub, scollegando e ricollegando la tastiera. Oppure, svuotando la cache del Google Play Services sul proprio dispositivo Android. Tutte soluzioni temporanee non sempre efficaci come previsto.

Problemi con i Chromebook: impossibile utilizzare il Play Store durante la configurazione del dispositivo

Svariati utenti stanno avendo difficoltà con la configurazione del Chromebook acquistato. Una possibile spiegazione che sembra un po’ più convincente di tutte le altre è che l’app del Play Store, che dovrebbe essere scaricata in background dopo che il dispositivo si è connesso a una rete Wi-Fi, potrebbe non essere installata fin da subito come previsto, in caso di assenza del segnale. Che si tratti di prestazioni di rete, un problema di ricerca DHCP che non può essere risolto immediatamente o altro, il bug se dovuto a questo dovrebbe essere risolvibile. In una dichiarazione, Google spiega che il team di Chrome OS è a conoscenza del problema e implementerà presto una soluzione.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.